Changing Society, Generalità, varie -  Redazione P&D - 2017-03-31

Guarda il cielo di Octavio Paz - Maria Beatrice Maranò

L'almanacco festeggia oggi la nascita dello scrittore messicano Octavio Paz, avvenuta nel 1914.

E' uno degli scrittori messicani più importanti, nonchè uno dei rappresentanti della letteratura detta post-avanguardia ed uno degli autori più prolifici della letteratura, visto che la sua opera abbraccia diversi generi, tra cui la poesia, il saggio, le traduzioni. Premio Nobel per la letteratura nel 1990, tra i poeti di lingua ispanica è secondo solo a Jimenez,  Huidobro, Vallejo e Neruda. Per Paz: "quando una società si corrompe, a imputridire per primo è il linguaggio". La modernità trova la sua espressione più autentica nella capacità di autocritica che permette di interiorizzare i cambiamenti ancor prima di farli nostri. La poesia di Paz, purifica la nostra percezione ci consente di liberarci  dai luoghi comuni della mente e del corpo, non è mai fantasia, ma solo contemplazione."La memoria", scriveva, "non è ciò che ricordiamo, ma ciò che ci ricorda".

L"inchiostro verde crea giardini, selve, prati,
fogliami dove cantano le lettere,
parole che son alberi,
frasi che son verdi costellazioni.
Lascia che le mie parole scendano e ti ricoprano
come una pioggia di foglie su un campo di neve,
come la statua l"edera,
come l"inchiostro su questo foglio.
Braccia, cinture, collo, seno,
la fronte pura come il mare,
la nuca di bosco in autunno,
i denti che mordono un filo d"erba.
Segni verdi costellano il tuo corpo
come il corpo dell"albero le gemme.
Non t"importi di tante piccole cicatrici luminose
guarda il cielo e il suo verde tatuaggio di stelle( Octavio Paz)...Guarda il
cielo



Autore

immagine A3M

Visite, contatti P&D

Nel mese di agosto 2020 Persona & Danno ha registrato oltre 241.000 visite.

Articoli correlati