Articoli, saggi, Fine vita -  Redazione P&D - 2014-01-30

I GIUDICI E IL BIODIRITTO - Roberto CONTI

Si segnala all'attenzione dei nostri lettori l'ultima fatica editoriale di Roberto Conti, "I Giudici e il biodiritto. Un esame concreto dei casi difficili e del ruolo del giudice di merito, della Cassazione e delle Corti europee".

L'opera si segnala per il percorso analitico volto a considerare il ruolo del giudice, anche a livello sovranazionale, nel decidere sui casi difficili.

Riportiamo l'autorecensione scritta dall'Autore

*********

Il tema che si è scelto di affrontare è, per complessità e delicatezza, senz"altro capace di fare tremare i polsi a qualunque operatore di media preparazione e sensibilità, tale è la vastità delle implicazioni di ordine filosofico, sociale e giuridico che  ruotano attorno alle questioni che attengono alla dignità, alla vita, al fine vita ed ai valori tutti che ruotano attorno alla persona.

Le riflessioni esposte nel testo, prevalentemente maturate attraverso l"esperienza professionale e personale acquisita nell"ambito dell"Ufficio del Giudice tutelare presso il Tribunale di Palermo e, per altri aspetti, attraverso l"approfondimento dedicato da alcuni anni alla conoscenza delle dinamiche esistenti fra diritto interno e fonti sovranazionali, si muovono su tre piani "pratici".

Si è infatti scelto di  guardare alle giurisprudenze di merito, di legittimità e delle Corti sovranazionali, ai nessi di collegamento fra i sistemi di protezione, alle soluzioni offerte e alle prospettive che si aprono rispetto ai molteplici e variegati casi che possono presentarsi all"attenzione dell"operatore e del giudice.

Il tutto in una dimensione che guarda con particolare attenzione agli aspetti che la realtà dei casi concreti pone all"operatore giudiziario- sia esso giudice o avvocato-, traendo anche profitto dall"esperienza maturata "sul campo".

Il titolo del lavoro –"I giudici e il biodiritto Un esame concreto dei casi difficili e del ruolo del giudice di merito, della Cassazione e delle Corti europee – tenta così di sintetizzare i contenuti che, muovendo dall"esame dei casi concreti,  toccano i temi dell"autodeterminazione, dell"inizio e del fine vita, dell"affidamento e del matrimonio di coppie dello stesso sesso, inerpicandosi anche sulle altre questioni "difficili" che continuano a prospettarsi, nella pratica quotidiana, con riguardo ai minori e al loro diritto di essere ascoltati  in ambito giudiziario.

Il tutto, in una prospettiva volta a fornire all"interprete alcune chiavi di lettura che dovrebbero affiancarlo, in concreto, nell"approccio a tali questioni.

Inoltre, il tentativo di tratteggiare la funzione giudiziaria nei territori "biogiuridici" offre al lettore  un ragionamento più generale sul contrastato ruolo del giudice nella società moderna e sui rapporti che questi ha con il potere legislativo, essendo  emerse tensioni e contrasti che hanno, ormai, valicato il recinto degli addetti ai lavori, per diventare oggetto di elucubrazioni di vario genere e tenore.

E" senz"altro questo il terreno più delicato, nel quale si "scontrano" l"esigenza di offrire tutela alla parte che la richiede, alla quale il giudice è istituzionalmente tenuto, e la necessità, non meno avvertita, di predeterminazione in via astratta di "regole" che possano impedire la profilerazione di orientamento fra loro contrastanti, in nome di una "certezza del diritto" che è andata nel tempo assumendo tratti nuovi rispetto a quelli tradizionali.

Il tentativo di trovare una sintesi rispetto alle diverse esigenze è, in definitiva, la vera scommessa del libro, nel quale il lettore non troverà risposte, ma – almeno è questa la speranza- solo spunti di riflessioni.

Roberto Conti (Consigliere della Corte di Cassazione)

________________________

I giudici e il biodiritto Un esame concreto dei casi difficili e del ruolo del giudice di merito, della Cassazione e delle Corti europee, Aracne editrice 2013

Tratto da www.art29.it

Di seguito l'indice e la prefazione del Prof. Pollicino.



Autore

immagine A3M

Visite, contatti P&D

Nel mese di agosto 2020 Persona & Danno ha registrato oltre 241.000 visite.

Articoli correlati