Legislazione e Giurisprudenza, Generalità, varie -  Valeria Cianciolo - 2016-05-03

Il danno da lesione del rapporto parentale nella convivenza more uxorio – di Valeria Cianciolo

In materia di risarcimento del danno, la giurisprudenza  ha rilevato che la risarcibilità dei pregiudizi di natura non patrimoniale conseguenti alla lesione di un diritto inviolabile della persona in riferimento ai "prossimi congiunti" della vittima primaria, quali soggetti danneggiati iure proprio, deve essere inteso nel senso che, in presenza di un saldo e duraturo legame affettivo tra questi ultimi e la vittima, è proprio la lesione che colpisce tale peculiare situazione affettiva a connotare l'ingiustizia del danno e a rendere risarcibili le conseguenze pregiudizievoli che ne siano derivate.

Come distinguere, tentando di orientarsi in una materia al confine tra sociologia e diritto, le forme di convivenza di tipo familiare, soprattutto anche ai fini risarcitori?

In allegato la sentenza ed una nota a commento.



Autore

immagine A3M

Visite, contatti P&D

Nel mese di agosto 2020 Persona & Danno ha registrato oltre 241.000 visite.

Articoli correlati