Legislazione e Giurisprudenza, Beni, diritti reali -  Mazzon Riccardo - 2013-09-21

IL GIUDICE PUO' ACCERTARE D'UFFICIO LA CERTEZZA DEL CONFINE TRA DUE FONDI? - RM

Secondo le regole generali sottese all'azione di regolamento di confini, il giudice deve rigettare la domanda, quando gli risulti – con accertamento che può esser effettuato anche d'ufficio,

"in tema di regolamento di confini, il giudice può riscontrare, anche d'ufficio, il difetto del presupposto della relativa azione, consistente nell'incertezza, oggettiva o soggettiva, del confine tra i fondi. Ne consegue che il giudice medesimo deve rigettare la domanda quando gli risulti che il confine tra i due fondi sia certo, in quanto precisamente indicato sul terreno da una serie di termini lapidei allineati ad una stabile e remota struttura muraria, nonostante il contrario avviso espresso dal consulente tecnico d'ufficio nella sua relazione scritta" Cassazione civile, sez. II, 15/02/2011, n. 3723 Madaio c. Scaramella Giust. civ. Mass. 2011, 2, 255 - cfr., amplius, "I rapporti di vicinato e le distanze legali: tutela e risarcimento" - Riccardo Mazzon - CEDAM 2013, in Collana SapereDiritto -

nonché anche in grado d'appello:

"in tema di azione di regolamento di confini, il giudice di appello può - salvo l'effetto preclusivo derivante dalla mancata impugnazione di una specifica statuizione della sentenza di primo grado - riscontrare anche d'ufficio il difetto del presupposto dell'azione, consistente nell'incertezza, oggettiva o soggettiva, del confine tra i fondi" Cassazione civile, sez. II, 06/04/2009, n. 8251 F. c. C. e altro Giust. civ. Mass. 2009, 4, 589 -

che il confine tra i due fondi, sia certo:

"nell'azione di regolamento di confini spetta al giudice e non al consulente tecnico dare soluzione ai problemi giuridici posti dalla domanda: conseguentemente, il giudice deve rigettare la domanda, quando gli risulti che il confine tra i due fondi, sia certo, in quanto precisamente indicato sul terreno da una serie di termini lapidei allineati ad una stabile e remota struttura muraria, nonostante il contrario avviso espresso dal consulente tecnico d'ufficio nella sua relazione scritta" Cass. 29.1.80, n. 695, GCM, 1980, 1.

Ad esempio, il regolamento amichevole della linea di confine tra due fondi, rendendo definitiva ed immutabile una situazione obiettivamente incerta, preclude l'esperibilità dell'actio finium regundorum:

"il regolamento amichevole della linea di confine tra due fondi - avvenuto mediante la costruzione, su accordo dei proprietari confinanti, di un muro per delimitarla - rendendo definitiva ed immutabile una situazione obiettivamente incerta, preclude ogni ulteriore contestazione al riguardo e, quindi, l'esperibilità dell'actio finium regundorum" Cassazione civile, sez. II, 06/04/2009, n. 8251 F. c. C. e altro Giust. civ. Mass. 2009, 4, 589 Riv. Notariato 2010, 2, 410.



Autore

immagine A3M

Visite, contatti P&D

Nel mese di agosto 2020 Persona & Danno ha registrato oltre 241.000 visite.

Articoli correlati