Changing Society, Generalità, varie -  Tonutti Stefania - 2014-11-05

IL NUOVO GENIO DELLA MEDICINA - Stefania TONUTTI

Il suo nome è Elizabeth Holmes, ed è stata inserita ai primi posti nella classifica di Forbes under 30.

Ha fondato Theranos, un'azienda startup che promette di rivoluzionare il mondo della medicina. La giovane trentenne ha infatti ideato un sistema di prelievo del sangue veramente innovativo: esso consiste in una semplice puntura sul polpastrello e, da quell'unica e microscopica goccia di sangue, I macchinari e gli strumenti di analisi da lei brevettati riescono a ricavare un'enorme mole di informazioni. Grazie a questo metodo, inoltre, I risultati sono più veloci e rapidi, con una conseguente diminuzione dei costi per gli utenti (ogni test costa infatti meno del 50% rispetto ai costi delle analisi standard).

Navigando nel sito Theranos, ciò che colpisce è una frase, ad caratteri cubitali, che dice "Una piccola goccia può cambiare tutto": una goccia contenuta in una provetta alta 1,29 cm, una goccia che non fa male nemmeno ai bambini, una goccia che al suo interno racchiude una vita intera.

I risultati, si legge nel sito, possono essere pronti in poche ore, con un altissimo livello di precisione, in grado addirittura di cogliere quelle variazioni impercettibili che si sviluppano nel nostro organismo.

Non solo: cliccando alla voce "Test menu" è possibile esplorare una lista di centinaia di tipi di test disponibili, accanto ad ognuono dei quali è inserito il costo, la trasparenza nel rapporto con I propri clienti è fondamentale.

Come per tutte le idee geniali, anche il metodo Holmes è top secret: si dice che dal 2004 ad oggi I brevetti registarti a suo nome sono circa una dozzina.

Chissà se questo nuovo metodo verrà accolto con piacere dalle multinazionali e dai laboratori di analisi che lucrano sulle analisi del sangue tradizionali,il progresso è comunque inarrestabile.

Welcome to the future



Autore

immagine A3M

Visite, contatti P&D

Nel mese di agosto 2020 Persona & Danno ha registrato oltre 241.000 visite.

Articoli correlati