Legislazione e Giurisprudenza, Impresa, società, fallimento -  Tencati Adolfo - 2014-05-19

IVA E RITENUTE ALLA FONTE NEL CONCORDATO PREVENTIVO - Cass. 9541/2014 - Adolfo TENCATI

Con la sentenza 30 aprile 2014, n. 9541 la Corte di legittimità consolida il suo orientamento, in forza del quale la proposta di concordato preventivo non può proporre la falcidia dei crediti per IVA, nonché per ritenute fiscali e contributive (operate non versate), anche se la proposta stessa è anteriore alle modifiche ex art. 32 5º co. lett. a d.l. 185/2008 convertito.

Per il testo della sentenza della Cassazione n. 9541 del 30 aprile 2014 e per il commento dell'avv. Adofo Tencati si rinvia agli allegati in calce.



Autore

immagine A3M

Visite, contatti P&D

Nel mese di agosto 2020 Persona & Danno ha registrato oltre 241.000 visite.

Articoli correlati