Changing Society, Intersezioni -  Pant√® Maria Rosa - 2013-07-15

LA BUONA MORTE – Maria Rosa PANTÉ

Case di riposo, come a Terni, dove si picchiano i vecchi, in testa, con metodica crudeltà. Un colpo in testa come un pendolo, don don don... il tempo scandito dalle botte in testa. A un vecchio.

La gratuità del male: come difendersi? Io non lo so, ma non voglio da vecchia cadere nelle mani di gente così. Ho chiesto a chi mi ama di aiutarmi a morire, se mai servisse; io lo farei e l' avrei fatto per mio padre, che è morto però senza aiuto alcuno.

Questa è la mia richiesta, prima di tutto a Dio ...

Un grande amore...

Dacci la buona morte,

morte composta, indolore, insapore

come l'acqua che scorre inevitabile.

Dammi la buona morte: di questo ora,

assidua, ti prego. Dammi una morte

viva, in sé confidente come il sonno

d'un bambino. Per vivere! Per vivere.

Ti affido la mia morte.



Autore

immagine A3M

Visite, contatti P&D

Nel mese di agosto 2020 Persona & Danno ha registrato oltre 241.000 visite.

Articoli correlati