Legislazione e Giurisprudenza, Danni non patrimoniali, disciplina -  Russo Paolo - 2014-03-27

LA CHANCE DI VIVERE PIU A LUNGO VALE ANCHE PER IL MALATO TERMINALE – Cass. 7195/2014 - Paolo RUSSO

Cassazione Civile, sez. III, 27 marzo 2014, n. 7195, Pres. Carleo, Rel. Barreca Riconoscere il diritto del malato a mantenere integre le proprie chances di sopravvivenza equivale a presupporre il riconoscimento della tutela ad un "bene intermedio" diverso da quello della vita e da quello della salute: il che determina l"autonomia della chance rispetto al risultato utile prefigurato.

In tema di danno alla persona conseguente a responsabilità medica, allora, integra l"esistenza di un danno risarcibile alla persona l"omissione della diagnosi di un processo morboso terminale, allorché abbia determinato la tardiva esecuzione di un intervento chirurgico, che normalmente sia da praticare per evitare che l"esito definitivo del processo morboso si verifichi anzitempo, prima del suo normale decorso, e risulti inoltre che, per effetto del ritardo, sia andata perduta dal paziente la chance di conservare, durante quel decorso, una migliore qualità della vita nonché la chance di vivere alcune settimane od alcuni mesi in più, rispetto a quelli poi effettivamente vissuti.

In altre parole, dà luogo a danno risarcibile l"errata esecuzione di un intervento chirurgico praticabile per rallentare l"esito certamente infausto di una malattia, che abbia comportato la perdita per il paziente della chance di vivere per un periodo di tempo più lungo rispetto a quello poi effettivamente vissuto. In tale eventualità, le possibilità di sopravvivenza, misurate in astratto secondo criteri percentuali, rilevano ai fini della liquidazione equitativa del danno, che dovrà altresì tenere conto dello scarto temporale tra la durata della sopravvivenza effettiva e quella della sopravvivenza possibile in caso di intervento chirurgico corretto.



Autore

immagine A3M

Visite, contatti P&D

Nel mese di agosto 2020 Persona & Danno ha registrato oltre 241.000 visite.

Articoli correlati