Legislazione e Giurisprudenza, Conciliazione -  Redazione P&D - 2016-03-07

LA MEDIAZIONE FACOLTATIVA SOSPENDE IL TERMINE DI DECADENZA- Trib. di Perugia 2.3.2016 - Paola CANNAVACCIO

Mediazione facoltativa, sospensione del termine di decadenza, mancata partecipazione al procedimento di mediazione, effetti nel processo

Con l'ordinanza in data 2 marzo 2016, il Collegio del Tribunale di Perugia, sez. II civile, si e pronunciato su alcuni fondamentali aspetti del rapporto fra il procedimento di mediazione e il processo. In primo luogo, l'ordinanza ha precisato che l'art. 5, comma 6 D. Lgs. 28/2010 si occupa in generale degli effetti sul processo dell'introduzione della mediazione e che quindi non si applica unicamente alla mediazione obbligatoria. Di conseguenza, il Tribunale ha enunciato che anche la mediazione facoltativa sospende il termine di decadenza per tutta la durata della mediazione e che dalla data di deposito del verbale negativo, ricomincia a decorrere il "medesimo termine di decadenza". Anche sotto questo ultimo aspetto, il Tribunale di Perugia e' intervenuto a chiarire gli effetti della mediazione sulla decorrenza del termine di decadenza, escludendo che dal deposito del verbale conclusivo di mediazione decorra un "nuovo termine di decadenza". L'ordinanza esplicita un'altra importante connessione fra la mediazione e il processo, dando concreta applicazione all'art. 5, comma 5 D.lgs. 28/2010, invero raramente applicato, per cui dalla mancata partecipazione senza giustificato motivo al procedimento di mediazione il giudice può desumere argomenti di prova nel successivo giudizio. La mancata partecipazione senza giustificato motivo al procedimento di mediazione è stata altresì valutata ai fini della pronuncia sulle spese. Il Tribunale di Perugia ha infatti ravvisato non sussistenti ragioni per discostarsi dal principio di soccombenza, anche in considerazione della mancata presentazione del reclamato innanzi all'Organismo di mediazione



Autore

immagine A3M

Visite, contatti P&D

Nel mese di agosto 2020 Persona & Danno ha registrato oltre 241.000 visite.

Articoli correlati