Fragilità, Storie, Diritti, Legami sentimentali -  Ricciuti Daniela - 2015-10-14

LA PIU' GRANDE FRAGILITÀ - Daniela RICCIUTI

"La più grande fragilità è l'amore" - lo diceva con le lacrime agli occhi.

"Io ero forte, una roccia. Niente mi poteva abbattere o scalfire. Ero un treno, un fiume in piena. Andavo per la mia strada, decisa, fiera. I miei sogni, realizzarli l'unico obiettivo.

Poi però...

Lui...

Non so com'è successo... Un attimo forse... Un pianto...

Inaspettato, improvviso.

Come un temporale quando c'era il sole fino ad un attimo prima.

Ed io non avevo l'ombrello. Non avevo fatto in tempo ad aprirlo, a proteggermi. Non pensavo di averne bisogno, non credevo potesse succedere...

Ed ora...

Mi ha inondata. Ora sono tutta bagnata. Inzuppata fradicia.

Colma, straripante di lui.

E non c'è niente più.

Nessun obiettivo che mi muova, nessun sogno più potente di lui.

La joie de vivre ...dov'è finita?! L'entusiasmo perso. Scomparsi fili d'erba, bolle di sapone, coriandoli... E la più completa dedizione; la forza, la sicurezza, la convinzione di poter scalare le montagne. Perché c'era lui. Vincere ogni battaglia. Superare i limiti, senza confini, oltre ogni ostacolo.

Tutto è fermo ora. Asfittico. Paura, desolazione, immobilismo. Fa freddo.

La vita non ha più colore, sapore, profumo.

Nessuno scopo. Nessuna illusione.

Non resta niente.

Adesso che non c'è più lui".



Autore

immagine A3M

Visite, contatti P&D

Nel mese di agosto 2020 Persona & Danno ha registrato oltre 241.000 visite.

Articoli correlati