Legislazione e Giurisprudenza, Mercati, concorrenza -  Tarantino Gianluca - 2015-06-03

LA POSTA E' UGUALE PER TUTTI - AGCM, 16.4.2015 - Gianluca TARANTINO

Servizi postali

Concorrenza

Regolamentazione ZTL

Con provvedimento del 16 aprile 2015, nell'esercizio del potere di segnalazione di cui all'art. 21 della legge 10 ottobre 1990, n. 287, l'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (AGCM) ha inteso formulare alcune osservazioni sulla regolamentazione dell'accesso e del transito nelle zone a traffico limitato (ZTL) nel mercato dei servizi postali e, in particolare, dei servizi di corriere espresso.

In particolare, con segnalazione indirizzata all'Anci ed ai Comuni di Vicenza, Verona ed Aosta, l'AGCM ha evidenziato come "la disciplina delle Z.T.L. differenzia l"accesso a seconda che si tratti di veicoli della piattaforma logistica comunale, di Poste Italiane S.p.A. e degli altri operatori postali, ivi inclusi i corrieri espressi. Nello specifico, il comune di Vicenza concede l"accesso 24 ore su 24 ai veicoli della piattaforma logistica comunale e a Poste Italiane S.p.A., mentre ai corrieri espressi è vietato l"accesso. Il comune di Verona autorizza l"accesso 24 ore su 24 ai veicoli della piattaforma logistica, mentre sia a Poste Italiane S.p.A. che ai corrieri espressi l"accesso è limitato ad una stessa fascia oraria al mattino. Il comune di Aosta, invece, concede l"accesso ai veicoli della piattaforma logistica comunale sia la mattina che il pomeriggio, a Poste Italiane S.p.A. accorda un accesso di 24 ore su 24, mentre ai corrieri espressi viene circoscritto l"accesso a una fascia oraria limitata durante la mattina. In altri termini, in tutti e tre i comuni sopra menzionati – Vicenza, Verona e Aosta – i corrieri espressi sono discriminati, nell"accesso alle ZTL, rispetto alle piattaforme locali e, in due di questi comuni - Vicenza e Aosta – anche rispetto a Poste Italiane".

In conseguenza di tale regolamentazione, l'AGCM evidenzia che "gli operatori postali, ivi inclusi i corrieri espressi, sono significativamente vincolati nell'attività di distribuzione per la propria clientela e sono indotti a rivolgersi alla piattaforma locale per poter effettuare la distribuzione in fasce orarie più ampie rispetto a quelle loro riservate in virtù della regolazione in oggetto".

Per quanto precede, l'AGCM "auspica che la regolazione delle ZTL, anche sulla base di esperienze concrete che hanno dato negli anni esiti positivi, si basi su principi di non discriminazione e di parità di trattamento tra tutti gli operatori - ivi inclusi i corrieri espressi, le piattaforme logistiche e Poste Italiane S.p.A. - nonchè sul principio di proporzionalità tra i requisiti imposti e il perseguimento della tutela degli interessi pubblici sottostanti alla istituzione delle zone ZTL"



Autore

immagine A3M

Visite, contatti P&D

Nel mese di agosto 2020 Persona & Danno ha registrato oltre 241.000 visite.

Articoli correlati