Changing Society, Generalità, varie -  Giovanni Sollazzo - 2014-10-14

LA REGINA DISADORNA, DI MAURIZIO MAGGIANI - Carol C.

Consiglio di lettura.

Si tratta di una storia che si sviluppa nell'arco di tre generazioni, ponendo in evidenza, se mai possibile in poche pagine, le caratteristiche salienti di tre diverse coppie di sposi e delle relative famiglie.

Genova, il suo porto, diventa il rifugio di Alberico, Moderatore della Fame in esilio e piazza Stella il luogo dove sua figlia Sascia, assieme ai suoi fratelli viene allevata.

La città attorno al ben organizzato porto, con la sua parlata avvolgente diventa ben presto scenario di crudi eventi, fra i quali la morte di Camilla, madre di Sascia e moglie di Alberico, travolta da un raro elefante mentre si reca a portare il pasto quotidiano al marito impegnato nel nuovo lavoro che gli è stato reperito.

La piccola Sascia, appena quindicenne, saprà cavarsela da sola.

Suo figlio Giacomo, consacrato al sacerdozio, da quella splendida città verrà inviato in un piccolo arcipelago del pacifico in qualità di missionario dove avrà l'opportunità di stringere una calorosa amicizia con il re dell'isola che per qualche strana vicissitudine, gli affiderà ben presto il destino   della figlia.

Una storia peculiarmente circolare che troverà il suo epilogo solo nel porto di Genova e che colpisce per il modo in cui riesce a trasmettere il valore di usi, costumi, tradizioni, anche in tempo di guerra.

Sullo sfondo, peraltro, parrebbe aleggiare uno strano connubio tra stili di vita diversi, tra la preziosa polvere di zafferano, una fra le prime fonti di reddito della piccola Sascia, e la diffusione della tecnologia radio, che tanto segnerà la vita di re Jhon. (c.c.)



Autore

immagine A3M

Visite, contatti P&D

Nel mese di agosto 2020 Persona & Danno ha registrato oltre 241.000 visite.

Articoli correlati