Legislazione e Giurisprudenza, Avviso di accertamento -  Belotti Andrea - 2014-01-27

LA SOLA CONSEGNA DELLA DICHIARAZIONE ALL'INTERMEDIARIO NON SIGNIFICA PRESENTAZIONE– Cass.: 28083/2013- Andrea BELOTTI

Quando sia scaduto il termine per la presentazione del modello "unico",  spetta al contribuente il dovere di accertarsi se l"intermediario abbia provveduto  alla sua trasmissione mediante invio telematico.

Ciò è possibile con  la verifica della dichiarazione di avvenuta ricezione rilasciata da parte della Agenzia delle Entrate e, se ciò non fosse avvenuto, lo stesso contribuente dovrà nei successivi sessanta giorni dare l"incarico ad un diverso intermediario affincè provveda alla spedizione del modello.

La circolare 6/E del 2002 recita  infatti  "posto che la dichiarazione trasmessa in via telematica tramite un soggetto incaricato s"intende presentata nel giorno in cui è conclusa la ricezione dei dati da parte dell"Agenzia delle Entrate e che la prova della presentazione è costituita dalla comunicazione della stessa Agenzia attestante l"avvenuta ricezione, ne consegue che il semplice impegno a trasmettere la dichiarazione non esclude la responsabilità del contribuente nel caso di mancata presentazione della dichiarazione all"Agenzia delle Entrate nei termini previsti dalla legge".

Il caso preso in esame tratta di una società che, dopo l"incarico affidato ad un professionista intermediario di provvedere alla dichiarazione dei redditi, si è trovato a dover pagare una cartella di pagamento in materia di Iva.

Mentre i giudici di merito avevano accolto le ragione del suo ricorso contro l"Agenzia delle entrate la Suprema Corte  è di avviso diverso, motivando come segue: "La prova della presentazione della dichiarazione è data dalla comunicazione dell"Agenzia delle Entrate attestante l"avvenuto ricevimento della dichiarazione presentata in via telematica direttamente o tramite i soggetti di cui ai commi 2-bis e 3, ovvero dalla ricevuta della banca, dell"ufficio postale o dalla ricevuta di invio della raccomandata di cui al comma 5". Ne consegue che la sola consegna ad intermediario, diverso dalla banca o dall"Ufficio postale, non costituiva circostanza sufficiente per ritenere "presentata" la dichiarazione, prova costituita, come disposto dal comma 10, "dalla comunicazione dell"Agenzia delle Entrate attestante l"avvenuto ricevimento della dichiarazione presentata in via telematica tramite i soggetti di cui ai commi 2-bis e 3".



Autore

immagine A3M

Visite, contatti P&D

Nel mese di agosto 2020 Persona & Danno ha registrato oltre 241.000 visite.

Articoli correlati