Articoli, saggi, Concorrenza e pubblicità commerciale -  Unnia Federico - 2014-02-26

LAGCM SANZIONA CHI PER IL SERVIZIO SU BELEN - Federico UNNIA

Punite Mondadori, Unifar e Philips per pubblicità camuffata ai loro prodotti

A sua insaputa la famiglia di Belen Robriguez è finita al centro di un procedimento che ha visto coinvolto Mondadori, editrice di  Chi,   Unifarm, produttrice di latte per neonati Neolatte 1 e la Philips del biberon Avent. L"accusa per tutti è di aver realizzato una forma di pubblicità non trasparente a vantaggio della marca di latte e del biberon. Una condotta lesiva che ha reso necessaria anche l"imposizione di una multa pecuniaria di 70mila euro per Mondadori e Unifarm e di 50mila per Philips. Resta aperta per tutti la strada del ricorso in appello.

Nel servizio,  intitolato "Belen con il suo Santiago", erano apparse delle immagini  isolate dal contesto, di un latte per neonati,  e di un biberon  Avent. Nelle didascalie  erano dettagliatamente specificati i prezzi e le proprietà dei due prodotti.

Pur in assenza di una prova diretta dell"accordo, l"Autorità ha desunto presuntivamente  la natura pubblicitaria del messaggio da molteplici indizi quali la collocazione delle foto (ingrandite, riquadrate in rosso), le informazioni sui prodotti (caratteristiche e prezzi) e  la differenza tra il servizio in bozza (che non conteneva riferimenti specifici a prodotti individuati e alle loro caratteristiche) e quello poi pubblicato.



Autore

immagine A3M

Visite, contatti P&D

Nel mese di agosto 2020 Persona & Danno ha registrato oltre 241.000 visite.

Articoli correlati