Legislazione e Giurisprudenza, Rapporti patrimoniali fra coniugi -  Zorzini Alex - 2014-06-30

LASSEGNAZIONE DELLA CASA CONIUGALE NON PIU UTILIZZATA – Cass. civ. sez. VI, 3.6.2014. n. 12346 – A. D. ZORZINI

L"assegnazione della casa coniugale è "eziologicamente ed esclusivamente connessa all'affidamento o alla collocazione dei figli minori presso uno dei genitori (ex multis Cass. 1491 del 2011 e2134 del 2013)".

Ne consegue che neppure nel caso in cui la predetta abitazione risulti inutilizzata dal genitore collocatario dei figli minori, l"altro - nè affidatario nè collocatario -  possa chiedere la modifica dei provvedimenti ex art. 710 cpc: "deve, in conclusione, escludersi, come condivisibilmente ritenuto dalla Corte d'Appello che il giudice della separazione anche in sede di provvedimenti modificativi richiesti ex art. 710 c.p.c., sia tenuto a provvedere in ordine a tale domanda, quando la casa familiare non ha più tale destinazione funzionale. Il rigetto di questa specifica domanda è consequenziale al rigetto della richiesta modifica del regime di affidamento e collocamento dei minori" (Cass. civ. sez. VI, 3.6.2014. n. 12346).



Autore

immagine A3M

Visite, contatti P&D

Nel mese di agosto 2020 Persona & Danno ha registrato oltre 241.000 visite.

Articoli correlati