Articoli, saggi, Generalità, varie -  Santuari Alceste - 2014-02-10

LE SOCIETA' PARTECIPATE DAGLI ENTI LOCALI: UN NUOVO VOLUME - Alceste SANTUARI

E" in corso di pubblicazione per i tipi della Maggioli editore il volume di Michele Nico dal titolo "Le società partecipate dagli enti locali". Abbiamo incontrato l"Autore, il quale cortesemente ha accettato di rispondere ad alcune domande per il sito Personaedanno.it. Il sito, infatti, riserva molta attenzione al ruolo, alle azioni e agli interventi degli enti locali e delle loro società partecipate, quali soggetti cui viene spesso affidata la realizzazione di molte delle funzioni istituzionali che l'ordinamento giuridico attribuisce alla competenza degli enti locali territoriali.

Grazie dottor Nico per aver accettato questa breve intervista.

Quali sono i contenuti del volume, giunto ormai alla quinta edizione?

Per rispondere alla Sua domanda, vorrei fare una breve premessa.

In questi anni il settore dei servizi pubblici locali è stato attraversato da profondi cambiamenti, che ne hanno radicalmente trasformato le modalità organizzative e di gestione, nonché la fisionomia dei rapporti tra soggetti gestori ed utenti.

In particolare, le novità introdotte dal DL 174/2012 nel sistema dei controlli hanno segnato un importante punto di svolta nei rapporti tra Enti locali e società partecipate, accrescendo le responsabilità di vigilanza e di programmazione a carico dei soci pubblici.

È poi singolare che, mentre le Amministrazioni si trovano ancora oggi alle prese con tale delicato contesto, il panorama dei servizi pubblici locali è stato di nuovo rivoluzionato con la legge di stabilità 2014 (legge 147 del 23 dicembre 2013), che ha inaugurato un ulteriore mutamento di rotta da parte del legislatore.

In questa mutevole e complessa realtà amministrativa, il mondo dei servizi pubblici locali appare un variegato scenario in profondo cambiamento, che lascia peraltro intravedere opportunità strategiche di rilievo per la gestione operativa degli Enti locali.

Ecco, dunque, che il volume ripercorre le principali tappe di cambiamento della disciplina normativa in materia alla luce delle più significative pronunce giurisprudenziali, con la finalità di orientare l"azione amministrativa, non soltanto all"osservanza dei principi generali di correttezza e legittimità, ma anche al perseguimento degli obiettivi imprenditoriali di efficacia, economicità ed efficienza.

Dal punto di vista metodologico, quali caratteristiche presenta il libro?

Come l"esperienza ci insegna, la realtà lavorativa odierna è spesso frenetica e convulsa, per cui è importante che un"opera si presti non soltanto ad essere letta con sistematicità dalla prima pagina all"ultima, ma anche a essere consultata all"occorrenza, per fornire adeguate risposte operative ai casi concreti.

In questa logica, per dare al volume la funzione di un utile strumento di lavoro, in appendice al testo è stata inserita la seguente documentazione:

-       una raccolta delle fonti normative maggiormente citate nel corso del libro, che il lettore può facilmente consultare per una più agevole disamina degli argomenti di volta in volta proposti e trattati;

-       le principali tappe storiche segnate, in ordine all"in house providing, dalle decisioni della giurisprudenza comunitaria, dacché si tratta dei riferimenti più significativi e importanti da consultare, che ricorrono con maggiore frequenza nel volume. È il caso di ricordare infatti che, alla luce della disciplina normativa oggi vigente, gli affidamenti in house vedono drasticamente ridimensionato il loro campo d"azione, ma restano pur sempre una modalità organizzativa cui l"Ente locale può fare ricorso, nel rispetto delle (più severe) regole imposte dal nostro legislatore.

La nuova edizione è stata infine arricchita di una serie di atti e schemi di delibera – tipo (riportati anche in CD-ROM) riferiti ad alcuni procedimenti di maggior rilievo nella gestione amministrativa dei rapporti tra Enti locali e organismi partecipati, allo scopo di fornire un utile ausilio agli operatori, nonché per agevolare l"applicazione al caso concreto delle nozioni di carattere generale illustrate nel volume.

I lettori ai quali si rivolge il volume è dunque un pubblico ristretto di tecnici e addetti ai lavori …

Sì, però vorrei dire, su questo punto, che le precedenti edizioni hanno testimoniato un notevole interesse anche da parte degli amministratori pubblici, oltre che degli operatori che, a diverso titolo, lavorano nella struttura degli Enti locali e delle società partecipate.

Credo che questa forte attenzione degli amministratori sia legata a una maggiore consapevolezza delle responsabilità connesse all"esercizio del mandato politico-amministrativo che, al giorno d"oggi più che in passato, richiede una solida preparazione professionale in molteplici discipline, che spaziano dal diritto civile al diritto amministrativo, dal marketing all"economia aziendale, dal diritto del lavoro a quello societario.

Quali rimedi propone il Suo lavoro, per agevolare una maggiore efficienza nell"organizzazione e gestione dei servizi pubblici locali?

Il difficile contesto economico nel quale oggi vive il settore dei servizi pubblici locali, e la complessità delle problematiche che esso pone, non consentono, purtroppo, la messa punto di facili soluzioni pronte per l"uso.

Il volume si presenta, piuttosto, quale strumento d"indagine per operare con maggiore sicurezza in un ambito davvero cruciale, in cui il legislatore – è bene ricordarlo – ha registrato in pochi anni un duplice insuccesso, sia nel tentativo (fallito) di liberalizzare i servizi pubblici, sia nell"impresa (non riuscita) di privatizzare gli organismi partecipati.

In questo campo d"azione minato, le opportunità strategiche certamente non mancano e possono essere colte, ma solo con una sistematica osservazione dei fenomeni economici in atto, e con l"umiltà professionale di rivedere le scelte decisionali assunte, qualora nuove condizioni sopravvenute ne consiglino il riesame sotto il profilo del pubblico interesse, nonché il tempestivo cambiamento in corso d"opera.



Autore

immagine A3M

Visite, contatti P&D

Nel mese di agosto 2020 Persona & Danno ha registrato oltre 241.000 visite.

Articoli correlati