Varie -  Pant√® Maria Rosa - 2017-05-30

Lelefantessa - Maria Rosa Pantè

In Sudafrica un branco di cacciatori, guidati da un cacciatore di professione, è stato attaccato da una elefantessa che stava nel suo territorio con altri del suo gruppo di elefanti.

L"elefantessa non ha colpito a caso, ha attaccato proprio il capo spedizione, il capobranco dei cacciatori. L"ha afferrato con la proboscide e l"ha sollevato. È probabile che se lo ricordasse, probabile l"avesse già incontrato, probabile avesse perso qualcuno a lei caro a causa del suo fucile. Probabile che volesse difendere gli altri del suo gruppo dal branco di invasori e assassini.

Un altro cacciatore ha sparato e ha colpito l"elefantessa eroica. Che è stata ferita mortalmente e cadendo, per una sorta di giustizia imponderabile, di una caso talvolta provvidenziale, ha schiacciato il cacciatore col suo corpo.

Di fatto costui è stato ucciso dal suo compagno. Noi non possiamo sapere se l"elefantessa voleva uccidere o solo intimidire. Non lo sappiamo perché è morta. Un sacrificio che mi ha riempita di ammirazione. Perché di fronte a qualcuno che, senza motivo alcuno, ammazza i tuoi cari non c"è differenza di specie che tenga. Io sto con Cassandra che si difende dai Greci invasori, sto con gli Indiani attaccati dagli Europei, sto con l"elefantessa. Più di tutti sto con lei, mi sento elefante e mi ci trovo benissimo. Riposi in pace. E anche il cacciatore, che ora non nuoce più.



Autore

immagine A3M

Visite, contatti P&D

Nel mese di agosto 2020 Persona & Danno ha registrato oltre 241.000 visite.

Articoli correlati