Articoli, saggi, Generalità, varie -  Belotti Andrea - 2015-12-01

L'ESPULSIONE DAL PARTITO POLITICO - Andrea BELOTTI

Il Tribunale di Roma, come sentenza pronunciata in data 12 febbraio 2015, ha affrontato la problematica circa la legittimità di un provvedimento di espulsione adottato da un partito politico nei confronti di un proprio iscritto qualora il medesimo provvedimento non stato preceduto da alcuna contestazione in ordine agli addebiti sui quali l'irrogazione della sanzione si fondava.
Secondo il Tribunale, infatti, l"esclusione "comminata senza la preventiva contestazione degli addebiti e senza consentire all'interessato alcuna possibilità di interloquire al riguardo deve considerarsi in contrasto con i principi costituzionali che tutelano la libertà di associazione e il metodo democratico cui devono ispirarsi le associazioni partitiche che concorrono a determinare la politica nazionale, con conseguente invalidità della delibera di espulsione oggetto della presente impugnazione che, pertanto deve essere annullata".



Autore

immagine A3M

Visite, contatti P&D

Nel mese di agosto 2020 Persona & Danno ha registrato oltre 241.000 visite.

Articoli correlati