Changing Society, Libertà costituzionali -  Mottola Maria Rita - 2014-01-05

LINFORMAZIONE IN ITALIA E IL PIFFERAIO MAGICO – Maria Rita MOTTOLA

Ricordate la fiaba del Pifferaio magico di Hamelin?

Oggi vorremmo farci una domanda: come mai, visto che da oltre 10 anni è divenuta obbligatoria, in base alla l. 150 del 2000, la comunicazione da parte della P.A. su tutte le attività poste in essere dalla stessa,  i cittadini sono tenuti all"oscuro di molti degli effetti che l"attività pubblica produce costruendo un futuro incerto e distruttivo. Ci riferiamo in particolare ai disastri ambientali e ai disastri economici che negli ultimi anni stanno causando danni irreversibili. Perché le amministrazioni non hanno comunicato alle popolazioni della Campania le gravi conseguenze dei rifiuti tossici che venivano sversati nelle loro terre? Perché la Commissione parlamentare che ebbe diretta conoscenza di ciò che stava accadendo nulla disse e nulla fece? e così si comportarono i governi successivi e tutte, dicasi tutte le amministrazioni locali, anche quelle che, secondo i loro scopi istituzionali, avrebbero dovuto salvaguardare la salute e l"ambiente? E" accettabile che i parlamentari, i  governi, le altre cariche istituzionali, le amministrazioni locali, una volta al corrente di ciò che stava accadendo si trincerassero dietro il segreto istruttorio delle inchieste giudiziarie in corso? Ovviamente no. Un"azione diretta a salvaguardare la salute della popolazione e a fermare le attività illecite non sarebbe mai potuta apparire come un"indebita interferenza nell"attività della magistratura.

Come mai da anni non otteniamo comunicazioni corretta circa l"attività economica dei governi e delle altre istituzioni europee?

Cosa non funziona nel meccanismo? E" evidente che le notizie che vengono portate all"opinione pubblica sono filtrate attraverso canali preferenziali a maglie strette: passa solo ciò che si vuole far passare. Si tratta in altre parole e alfine di una questione politica. O meglio di una classe politica che ha prima costruito un sistema elettorale tale da impedire ai cittadini di eleggere i propri rappresentanti, con il maggioritario in un primo momento, con il mattarellum e il porcellum in seguito, per poi poter collocare in posizione strategica solo coloro che aderivano alla costruzione politica così creata. In altre parole si sta ponendo il serio sospetto che nel nostro paese si stia attuando una sistematica censura o alterazione delle notizie dissonanti, una censura tanto più grave perché tale non appare e il suo nascondimento rende ancora più difficile la scoperta della verità.

Non si può spiegare in altro modo come i giornali italiani o non riportino notizie che la stampa estera regolarmente pubblica, o che le notizie siano richiamate in maniera edulcorata, alterata, adattata alle esigenze del potere.

Certo recentemente alcuni giornalisti o volontari indipendenti stanno compiendo un"opera meritoria portando all"attenzione del pubblico via internet notizie e fonti estere di informazione. Stiamo parlando, per esempio, di un sito che traduce e pubblica articoli di giornali esteri che trattano del tema dell"euro e della politica economica europea. Di che cosa all"estero si dice e che qui in Italia si nasconde sistematicamente. Sistematicamente.

L"ultima notizia? Che la Finlandia soffre come tutti gli altri paesi della zona Euro di una profonda crisi. Che bella novità. Ma a dirlo non sono alcuni strani individui (per chi voglia approfondire, - ricordiamo che dell"argomento si parla in consessi mondiali e tra economisti di chiara fama molti insigniti di premi Nobel -, potrà consultare vari siti) a dirlo, anzi a scriverlo, è l"Economist. Che la Finlandia sia messa male dovevamo immaginarcelo, certo non possiamo leggerlo sui nostri giornali o sentirlo sui media pubblici. La  Nokia non è più finlandese essendo passata in mano giapponese e il piano di ristrutturazione prevede 10mila esuberi. Che la Finlandia sappia poi come risolvere la situazione ci sembra ovvio. Si sta preparando a uscire dalla zona euro.

Lo leggiamo oggi sui giornali stranieri ma qualcuno lo ha già scritto in un libro ormai diventato famoso (Il tramonto dell"Euro del prof. Alberto Bagnai) e su alcuni articoli per addetti ai lavori apparsi oltre tre anni fa. Lo avremmo dovuto sapere dalla nostra informazione pubblica e privata se non fosse "fortemente condizionata".

La conoscete la fiaba del Pifferaio di Hamelin? Il Pifferaio si offrì di liberare dall"infestazione orrenda di topi un villaggio e ci riuscì, ma non pagato rapì anche tutti i bambini del villaggio.

Certo la nostra informazione ha collaborato negli anni novanta all"ondata di pulizia dalla corruzione ma ora di corruzione ve ne molta, molta di più di un tempo e di libertà democratiche ne abbiamo  molte, molte di meno. Forse abbiamo pagato troppo il Pifferaio che ha creduto giusto aiutarci portando via anche i nostri bambini!

3 settembre 2013

http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2013-09-03/nokia-brand-totale-riscattato-143914.shtml?uuid=Abwt2rSI

27 ottobre 2013

http://www.ilsole24ore.com/art/tecnologie/2013-10-25/quel-che-resta-nokia-passato-e-futuro-gigante-finlandese--160326.shtml?uuid=ABkbLMZ

12 dicembre 2013

http://vocidallestero.blogspot.it/2013/12/abbandonate-leuro-parola-di-premio.html#uds-search-results

2 gennaio 2014

http://goofynomics.blogspot.it/2014/01/qed-n-25-la-finlandia-e-lacqua-calda.html

Vi ricordiamo che la Microsoft ha acquistato il ramo d"azienda che produce della telefonia mobile con la ovvia possibilità di trasferimento all"estero di attività. Vi ricordiamo anche che i nostri giornali raccontavano della Finlandia come del paese con il migliore sistema scolastico europeo e ricordiamo con un certo fastidio di come i governanti di quel fantastico paese volessero per aiutare l"Italia (meglio qualche sua banca) quale pegno il Partenone e il Colosseo!



Autore

immagine A3M

Visite, contatti P&D

Nel mese di agosto 2020 Persona & Danno ha registrato oltre 241.000 visite.

Articoli correlati