Legislazione e Giurisprudenza, Diritto europeo -  Poncib√≤ Cristina - 2013-08-22

L'UE APPROVA DUE NORME RELATIVE ALLA MEDIAZIONE PER I CONSUMATORI

L'UE ha adottato il 21 maggio 2013 due nuovi testi normativi - una direttiva e un regolamento - per aiutare i consumatori a risolvere le controversie con gli operatori commerciali senza ricorrere al processo. Le nuove regole vorrebbero assicurare una ruolo centrale agli organismi ADR: i consumatori potranno risolvere tutte le controversie contrattuali mediante gli organismi ADR senza andare in tribunale, indipendentemente dal bene acquistato o dal luogo dell'acquisto, la qualità degli organismi ADR, che dovranno essere imparziali, equi, trasparenti ed efficaci, la semplicità di accesso all'organismo ADR competente: le fatture dovranno indicare l'organismo ADR da contattare in caso di controversia.

Si tratta della direttiva 2013/11/UE del Parlamento europeo e del Consiglio del 21  maggio 2013 sulla risoluzione alternativa delle controversie dei  consumatori, che modifica il regolamento (CE) n. 2006/2004 e la  direttiva 2009/22/CE (direttiva sull'ADR per i consumatori). La  direttiva deve essere recepita dai singoli stati entro il 9 luglio 2015. Nelle intenzioni del legislatore europeo, i consumatori potranno risolvere le controversie a proposito di beni o servizi in modo rapido, semplice ed efficace senza ricorrere alle vie legali, indipendentemente dal fatto che l'acquisto avvenga online o offline, nel proprio paese o all'estero.  Dal loro punto di vista, le imprese potranno risolvere le controversie con i clienti con rapidità, semplicità ed efficacia senza andare in tribunale, evitando così spese eccessive e un danno alla reputazione. Grazie a un'azione a livello dell'UE tutti i consumatori degli Stati membri avranno lo stesso livello di protezione e lo stesso accesso agli organismi per la risoluzione extragiudiziale delle controversie.

Inoltre, si prevede l'introduzione di uno strumento per risolvere le  controversie riguardanti gli acquisti online effettuati in un altro  paese dell'UE: i consumatori potranno presentare le denunce a una  piattaforma dell'UE per via elettronica e trovare una soluzione online. Si tratta del Regolamento UE n. 524/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio del 21 maggio 2013 relativo alla risoluzione delle controversie online dei consumatori e che modifica il regolamento (CE) n. 2006/2004 e la direttiva 2009/22/CE (regolamento sull'ODR per i consumatori).

Pubblichiamo in allegato PDF il testo completo dei provvedimenti Ue.



Autore

immagine A3M

Visite, contatti P&D

Nel mese di agosto 2020 Persona & Danno ha registrato oltre 241.000 visite.

Articoli correlati