Legislazione e Giurisprudenza, Reo, vittima -  Redazione P&D - 2014-01-10

MAGGIORI GARANZIE PER L'IMPUTATO - Carol COMAND

Pur anticipando la necessità di adeguato approfondimento della tematica trattata, si segnala la raccomandazione della Commissione Europea di data 27 novembre 2013 e pubblicata in G.U. Serie C del 24.12.2013, relativa alle garanzie procedurali per le persone vulnerabili indagate o imputate i procedimenti penali.

L'invito della commissione mira al rafforzamento dei diritti dei soggetti, indagati od imputati, che non sono in grado di capire e partecipare efficacemente al procedimento penale per diverse ragioni, fra le quali età, condizioni mentali, fisiche, disabilità (c.d. persone vulnerabili).

Auspicando una pronta individuazione e riconoscimento dei soggetti vulnerabili e delle relative esigenze, si ritiene fra l'altro che, al fine di fornire assistenza e sostegno adeguati nel corso del procedimento penale, il rappresentante legale dell'indagato o imputato vulnerabile o un adulto idoneo dovrebbe essere destinatario, quanto prima, dell'informazione sulla privazione della libertà personale e dei relativi motivi, salvo solo l'interesse superiore della stessa persona vulnerabile. (c.c.)



Autore

immagine A3M

Visite, contatti P&D

Nel mese di agosto 2020 Persona & Danno ha registrato oltre 241.000 visite.

Articoli correlati