Legislazione e Giurisprudenza, Procedura penale -  Bernicchi Francesco Maria - 2014-05-22

MANCATA NOTIFICA AL LEGALE E ASSENZA AL DIBATTIMENTO: NULLITÀ ASSOLUTA - Cass. Pen. 20449/14 - F.M. BERNICCHI

Una recentissima sentenza della Corte di Cassazione (sez. I Penale, sentenza 28 marzo – 16 maggio 2014, n. 20449) ha affrontato, di nuovo, il tema della mancata notifica al difensore di fiducia.

Il fatto, in breve: nel Maggio 2013 il Tribunale di Roma dichiarava Z.A. colpevole del reato previsto dall'art. 4 legge n. 110 del 1975 (porto d'armi illegale) condannandolo al pagamento di un'ammenda.
Il difensore proponeva appello, convertito in ricorso per cassazione, per un puro e semplice motivo: "nullità della sentenza per omessa notificazione al difensore nominato di fiducia dell'avviso di conclusione delle indagini e del decreto di citazione a giudizio, con conseguente assenza del difensore di fiducia nel dibattimento svoltosi a carico dell'imputato."

I giudici di Piazza Cavour, analizzando carte e documenti, dichiarano il ricorso fondato.

Eccone i motivi: dagli atti del fascicolo processuale risulta che l'indagato, con dichiarazione resa in data 29.12.2009 ai Carabinieri della Stazione di Ostia, ha proceduto alla nomina del difensore di fiducia nella persona dell'avvocato I.M.; è inoltre pacifico che, nonostante la nomina fiduciaria, sia l'avviso di conclusione delle indagini preliminari previsto dall'art.415 bis cod. proc. pen., sia il decreto di citazione diretta a giudizio, non sono stati notificati al difensore di fiducia bensì ad un difensore di ufficio, designato sull'erroneo presupposto della mancata nomina del difensore di fiducia.

Da qui derivano due tipi di nullità. Infatti, l'omessa notificazione dell'avviso delle conclusione delle indagini preliminari rientra certamente tra le nullità di ordine generale a regime intermedio previste dall'art. 178 lett. c) che, non essendo stato dedotta nel giudizio di primo grado, non può più essere rilevata dopo la deliberazione della sentenza di primo grado a norma degli artt. 180 e 182 comma 2 cod. proc. pen.

Diversamente l'assenza del difensore di fiducia nel dibattimento è nullità assoluta "insanabile".

L'ipotesi di mancanza della difesa tecnica si realizza non solo nel caso, estremo, in cui il dibattimento si svolga in assenza di qualunque difensore dell'imputato, ma anche nel caso in cui il difensore di fiducia, non presente poiché non avvisato, venga sostituito da un difensore di ufficio appositamente nominato. In tal caso, infatti, la nomina del difensore di ufficio avviene al di fuori delle ipotesi consentite dall'art. 97 comma 3 cod. proc. pen., e soprattutto non rimedia alla intervenuta lesione del diritto dell'imputato di scegliere il proprio difensore e di essere assistito , nei casi in cui l'assistenza tecnica è obbligatoria, non da un qualunque difensore ma dal "suo difensore", come letteralmente recita il disposto dell'art. 179 comma 1 cod. proc. pen.
Per tali ragioni questo Collegio condivide la tesi interpretativa secondo cui integra una nullità assoluta insanabile l'omesso avviso al difensore di fiducia della fissazione dell'udienza per cui è prevista la presenza necessaria della difesa tecnica (Sez. 3, n. 46714 del 11/10/2012 , Ermonsele, Rv. 253873; Sez. 5, n. 1760 del 13/12/2004 - dep. 21/01/2005, Cerenza, Rv. 231291), pur dandosi atto del diverso orientamento giurisprudenziale che, nell'omesso avviso al difensore di fiducia della data fissata per l'udienza, ravvisa una nullità di ordine generale a regime intermedio che è sanata qualora né l'indagato né il difensore nominato d'ufficio la eccepiscano tempestivamente a norma dell'art. 182, comma secondo, cod. proc. pen. (Sez. 5, n. 50581 del 07/11/2013 , Parisi, Rv. 257820; Sez. 5, n. 10637 dei 12/02/2009, Caushi, Rv. 243164; Sez. 3, n. 42074 del 16/10/2008, Pusceddu, Rv. 241499).
La sentenza impugnata deve pertanto essere annullata con rinvio al Tribunale di Roma perché proceda a nuovo giudizio, previa rinnovazione della notificazione del decreto di citazione a giudizio all'imputato e al suo difensore di fiducia.

P.Q.M.

Annulla la sentenza impugnata e rinvia per nuovo giudizio al Tribunale di Roma.



Autore

immagine A3M

Visite, contatti P&D

Nel mese di agosto 2020 Persona & Danno ha registrato oltre 241.000 visite.

Articoli correlati