Legislazione e Giurisprudenza, Mantenimento, alimenti -  Mazzotta Valeria - 2015-09-27

MANTENERE I FIGLI VIENE PRIMA DI TUTTO - Cass. Ord. 19107/2015 - Valeria MAZZOTTA

Separazione e divorzio.

Mantenimento della prole.

Le obligazioni famigliari sono prioritarie rispetto a qualsiasi altro onere economica dell'obbligato

I figli prima di tutto.

La Corte di Cassazione conferma la misura dell"assegno di mantenimento per la figlia, nonostante il padre dichiari di non esserepiù  in grado di pagarlo a causa della crisi economica e dell"esposizione verso alcuni creditori. Ma la scusa non regge: dalla motivazione dell"ordinanza 19107/2015 della VI sez. Cassazione civile, si evince infatti un principio sacrosanto: l"obbligo di mantenere i figli è prioritario rispetto a qualsiasi altro adempimento di natura economica.

Nel caso in esame, il padre risultava essere veterinario libero professionista e socio di una compagine avente ad oggetto la gestione di cliniche e ambulatori per animali. In causa, aveva prodotto dichiarazioni fiscali ritenute inverosimili poiché indicanti redditi neppure sufficienti al mantenimento proprio. E, ritengono i Giudici, comunque non attestanti una situazione di default finanziario. Ma ciò che più rileva è che i figli vengono comunque prima di tutto, creditori compresi: la presunta crisi non legittima quindi alcuna riduzione dell"assegno per la prole e non mitiga le obbligazioni famigliari



Autore

immagine A3M

Visite, contatti P&D

Nel mese di agosto 2020 Persona & Danno ha registrato oltre 241.000 visite.

Articoli correlati