Articoli, saggi, Opinioni, ricerche -  Redazione P&D - 2016-01-14

MDPDC: MODELLO DI PREVENZIONE DEL CRIMINE BLACK & WHITE- M. R. ALFIERI - C. DE FALCO

- Criminologia

- progetto "Amore inviolato"

- modello "Black & White"

Il modello di prevenzione " Black & White " è  stato elaborato con la finalità di dare attuazione all'idea della Commissione pari opportunità del Consiglio dell"Ordine degli Avvocati di Nola di incidere su quella cultura, o meglio, sottocultura che è minimo comun denominatore delle cd. Violenze di genere.

La suddetta intuizione è risultata immediatamente efficace in quanto ha puntato sulla diffusione della cultura del rispetto attraverso il dialogo con i più giovani nell"ambito di un progetto denominato "Amore Inviolato ". Ciò al fine di indurre un giusto ed adeguato livello di consapevolezza dei  confini tra le condotte lecite e quelle di reato, o comunque devianti,  lesive dei diritti altrui.

Con questa finalità la Commissione ha deciso di avvalersi della collaborazione non soltanto di esperti in materie giuridiche, bensì anche di esperte in scienze socio- psico- criminologiche, in grado di individuare quei  percorsi informativi che potessero condurre ad una formazione autonoma, scevra da manipolazioni, pregiudizi, timori ed ogni altra possibile errata convinzione dettata non soltanto dal contesto socio- ambientale e culturale, ma anche dalla cd. spettacolarizzazione dell'evento delittuoso, nonché da quella nuova forma di paracultura che trova la sua genesi nei cd. new media.

Il modello è stato strutturato in modo tale da contemplare  testimonianze e storie di vita di autori e vittime di violenze ( acquisiti in diversi anni di attività dall"associazione Criminalt  cf. 92039710634 ), le norme civili e penali, ma anche gli articoli costituzionali di riferimento emergenti ed, infine, due modelli educativi, che alla violenza ed all"ingiustizia avevano dato risposte costruttive anziché distruttive, divenendo per tal modo simboli universali di rispetto, giustizia e non-violenza, Aung San Su Ki e Nelson Mandela. Tutto ciò dopo aver mostrato ai ragazzi un filmato comico, ma pur denso di contenuti, sui concetti di sopraffazione e vendetta, come strumento di cd. " Rompighiaccio ", per indurre un clima adatto al confronto ed al dialogo, favorendo l"interazione necessaria anche al fine della corretta elaborazione dei contenuti, con il fondamentale ausilio delle psicologhe dello staff tecnico sempre presenti.

Durante il percorso d"analisi delle testimonianze di vita (Black) è risultato fondamentale il confronto con i  giovani coinvolti al fine di scandire la linea di confine tra le libertà dei singoli e quelle degli altri e della collettività, attraverso un iter che potesse condurre all"acquisizione di una coscienza critica tale da non indurre all"etichettamento, bensì ad una scelta consapevole e profonda di rispetto e dei valori condivisi. In tale ottica è risultato fondamentale  anche l"apporto normativo attraverso un percorso di conoscenza e condivisione delle norme giuridiche , in particolar modo, i principi costituzionali  che sanciscono i diritti e le libertà fondamentali e le nonché  le norme penali  che sanzionano tutte le condotte  caratterizzanti i comportamenti devianti   emergenti nelle tematiche trattate. Il fine ultimo di tali approfondimenti era ed è quello di scardinare l"erronea convinzione della "regola dell"impunità" sempre più capillarmente e profondamente diffusa tra i giovani. La sinergia tra le diverse professionalità operative, nonché quella instauratasi con i dirigenti, il corpo docenti e gli allievi degli istituti coinvolti, ha indotto la convinzione che il progetto con tale modello di riferimento ed attuazione,  potesse essere sperimentato in maniera ancora più pregnante, attraverso cicli di workshop distribuiti nell"intero anno scolastico con la trattazione delle più attuali tematiche, emerse proprio dal confronto operato nello step precedente. E" nato così un " Corso di educazione al rispetto degli altri, dei valori condivisi, della legalità, delle differenze " che è stato sviluppato in diversi moduli ed attuato in sinergia con alcune associazioni ed enti ( Libera, Agiad, Autism aid ) che hanno offerto non soltanto il patrocinio, ma anche la concreta partecipazione alle sessioni di workshop. Sono stati inoltre coinvolti, attraverso un protocollo d"intesa, anche gli enti locali.  Questo secondo step dell"anno 2014/2015 ha prodotto risultati eccellenti che hanno persuaso ulteriormente della necessità di istituzionalizzare " Amore  INviolato " per consentirne la fruizione ad un numero sempre maggiore di quei giovani individui che saranno il motore della società di domani, rendendoli sempre più " Colti " e consapevoli delle giuste regole, delle dinamiche comunicative e relazionali, con un"interiorizzazione dei confini degli spazi personali ed altrui, capace di indurre in essi automatismi non distorti, finalizzati alla pacifica convivenza sociale, di ogni gruppo, in primis quello familiare, al rispetto di sé e delle pari opportunità. Capace d"indurre e diffondere la" Cultura della legalità ".

L' MDPDC (MODELLO DI PREVENZIONE DEL CRIMINE) attuato nella sua versione pilota nell'anno 2013 e poi nella nuova forma di " Corso di educazione al rispetto " in quello successivo, pur essendo un format di prevenzione a lungo termine,  ha dato immediati feedback positivi, dimostrati dal vivo interesse e dalla volontà di continua interazione dei suoi destinatari, persino ed ancor di più in realtà cd. " Di confine ", che sembravano destinate a sottostare al dominio dell'illegalità. I giovani allievi partecipanti hanno anche tradotto in   elaborati artistici sui contenuti delle dinamiche trattate ( bullismo, discriminazioni, dipendenze, educazione sessuale, ambiente e territorio, disturbi specifici dell"apprendimento ).

Il metodo proposto ha portato e porta ad una responsabilizzazione che nasce dalla presa di coscienza del disvalore dei modelli esposti nel percorso " Black ", in cui dal  disagio, dalla sofferenza e,  dalla pedissequa riproduzione della  dinamica da vittima – ad agente emerge una totale mancanza di libera scelta e di libero arbitrio tale da segnarne l'esistenza personale e quella altrui, in maniera spesso anche irreversibile.

Per contro simboli di libertà ed esempi tangibili di libera scelta e libero pensiero risultano i modelli educativi in " White ", cioè persone che hanno saputo trasformare l'ingiusta sofferenza ingenerata dalla violenza e dalle discriminazioni in energia positiva, capace di trasformare la distruzione in costruzione.

Il confronto tra le testimonianze in Black e quelle in White, attraverso il passaggio dai riferimenti giuridici, ma soprattutto la sinergia instauratasi tra gli esperti e i giovani allievi partecipanti alle sessioni di  workshop e divenuti essi stessi la vera GREEN ENERGY che ha contribuito alla crescita continua del progetto, hanno reso concreta la speranza che ....."INSIEME SI POSSA"....

Proprio " Insieme si può " è stato sin dal principio lo slogan di Amore INviolato, con l'intento di trasformare la suddetta frase da chiave d"apertura della porta dell"illegalità, della prepotenza, della sopraffazione, della distruzione, in quella chiave che spalancasse il varco della speranza concreta, della convinzione, del fondamento scientifico, della progettualità.

Dr.ssa Mariarosaria Alfieri

Dr.ssa Caterina De Falco

Criminologhe

Comitato tecnico – scientifico,                          Commissione pari opportunità,

Ordine degli Avvocati di Nola.



Autore

immagine A3M

Visite, contatti P&D

Nel mese di agosto 2020 Persona & Danno ha registrato oltre 241.000 visite.

Articoli correlati