Legislazione e Giurisprudenza, Conciliazione -  Cuzzola Paolo Fortunato - 2016-02-29

MEDIAZIONE: ANCHE PER I BENI ACCESSORI ALLABITAZIONE SI RICORRE IN MEDIAZIONE – Trib. Lecce 04/11/2015 di Paolo F. CUZZOLA

Mediazione Civile

Beni Accessori, Cortile

Pertinenza abitazione

Tribunale di Lecce

Con ordinanza del 4.11.2015 il Tribunale di Lecce ha stabilito che: "la domanda con cui si chiede dichiararsi il cortile come bene accessorio dell'abitazione, in quanto volta alla tutela dei diritti reali, rientra tra le materie soggette alla mediazione obbligatoria secondo quanto previsto dall'art.5, comma 1 bis, D.Lgs. 28/2010"

Nel caso in esame parte l'attrice, senza preventivamente esperire il tentativo di mediazione, si era rivolta direttamente al giudice per farsi riconosce la proprietà di un cortile scoperto, a suo dire accessorio all'immobile di sua proprietà e, dunque, appartenente in toto alla stessa.

Dalla stringata ordinanza non è dato sapere se trattasi di un cortile condominiale, né se si trattasse di una controversia condominiale. Ma secondo l'orientamento del Tribunale di Lecce trattandosi di domanda volta alla tutela di diritti reali si rientra tra le materie per le quali è richiesto il tentativo di conciliazione, pena la improcedibilità dell'azione. Le parti avranno ora quindici giorni di tempo per la presentazione della domanda di mediazione.



Autore

immagine A3M

Visite, contatti P&D

Nel mese di agosto 2020 Persona & Danno ha registrato oltre 241.000 visite.

Articoli correlati