Legislazione e Giurisprudenza, Conciliazione -  Cuzzola Paolo Fortunato - 2016-12-12

Mediazione Civile: L'assente ingiustificato paga la sanzione alla prima udienza - Trib. Vasto Ord. 6/12/2016 di Paolo F. Cuzzola

Lo scorso 6 dicembre, il Giudice del Tribunale di Vasto, Dott. Fabrizio Pasquale, ha pronunciato una interessante sentenza in tema di mediazione, focalizzando l"attenzione sul principio di soccombenza delle spese processuali a svantaggio di chi non solo non accoglie l"invito a partecipare alla procedura conciliativa de quo, ma non fornisce nemmeno un giustificato motivo della propria assenza alla prima udienza utile, cioè quella successiva alla chiusura del procedimento di mediazione.

Il giudizio in parola concerneva la materia dei contratti bancari, per la quale, ai sensi dell"art. 5 comma 1 bis, D.lgs 28/2010, è obbligatorio l"esperimento del procedimento di mediazione quale condizione di procedibilità della domanda giudiziale.

Pertanto, rilevato che parte convenuta si era costituita in giudizio senza mai dare spiegazione o giustificazione alcuna sulla mancata partecipazione al procedimento di mediazione, il Giudice condannava la stessa al versamento, in favore dell"Erario, di una somma pari all"importo del contributo unificato dovuto da parte attrice per il giudizio incardinato.

L"aspetto più interessante della decisione del Dott. Pasquale consiste nel fatto che il giudicante ha il potere di anticipare il momento punitivo dell"irrogazione della sanzione pecuniaria ex art.8 d.lgs 28/2010: invero, "l"irrogazione della sanzione pecuniaria prescinde del tutto dall"esito del giudizio e.. tale irrogazione non può, pertanto, ritenersi necessariamente subordinata alla decisione del merito della controversia".

Per questo motivo la sanzione in questione viene irrogata in un momento antecedente rispetto alla pronuncia del provvedimento che definisce il giudizio.

Tra l"altro, l"attento giudice ricorda che con la citata disposizione normativa il legislatore ha sancito l"obbligatorietà della pronuncia della condanna pecuniaria ogni qualvolta una parte non partecipi al procedimento di mediazione senza un giustificato motivo.



Autore

immagine A3M

Visite, contatti P&D

Nel mese di agosto 2020 Persona & Danno ha registrato oltre 241.000 visite.

Articoli correlati