Legislazione e Giurisprudenza, Conciliazione -  Cuzzola Paolo Fortunato - 2017-03-10

Mediazione Civile: stop al periodo di sperimentazione! la condizione di procedibilità diviene effettiva di Paolo F. Cuzzola

È un emendamento del Governo, predisposto dal Ministero dello Sviluppo economico insieme a quello della Giustizia, a mettere fine al periodo di sperimentazione del tentativo di mediazione quale condizione di procedibilità.

Viene eliminata, dunque, la norma che aveva disciplinato, solo a termine, il vincolo del tentativo di mediazione per alcune materie. La disposizione in esame, ex art 5 comma 1 bis, terzo e quarto periodo, D.lgs 28/2010, prevedeva un periodo di sperimentazione che al termine di quattro anni, avrebbe dovuto essere revisionata ed eventualmente portare alla stabilizzazione della disciplina de qua.

Ed infatti il nuovo emendamento ha lo scopo di cristallizzare gli esiti positivi che fino ad oggi ha avuto l"applicazione della normativa in esame, in ordine alla riduzione del numero delle controversie pendenti presso i tribunali, e quindi alla riduzione in sé del contenzioso.

In altre parole, la conciliazione obbligatoria non è andata affatto male, anzi, proprio in virtù dei risultati ottenuti solo nel 2015 (151.469 sono state le mediazione obbligatorie iscritte) merita di andare a regime nel nostro ordinamento.

Ma il dato ancor più incoraggiante è che, nei casi in cui le parti hanno accettato di proseguire nel tentativo di conciliazione – andando quindi oltre il primo incontro – le liti si sono chiuse con un"intesa, evitando così di instaurare il contenzioso davanti all"autorità giudiziaria.

Altro aspetto interessante, e parte integrante dell"emendamento di cui trattiamo, è quello relativo alla proposta di estensione delle materie soggette al tentativo di conciliazione obbligatoria: si tratta di controversie in materia di società di persone, contratti d"opera, di pera professionale, di appalto provato, di franchising, di leasing, fornitura e somministrazione, concorrenza sleale.



Autore

immagine A3M

Visite, contatti P&D

Nel mese di agosto 2020 Persona & Danno ha registrato oltre 241.000 visite.

Articoli correlati