Legislazione e Giurisprudenza, Conciliazione -  Cuzzola Paolo Fortunato - 2015-11-02

MEDIAZIONE OBBLIGATORIA PER MUTUI E FIDEJUSSIONI - Trib. Campobasso 3/1/15 - Paolo F. CUZZOLA

Seguendo il filone interpretativo del Tribunale di Firenze condiviso, peraltro, da diversi Giudici d'Italia, il Tribunale di Campobasso ha chiarito come la mediazione obbligatoria deve necessariamente essere esperita anche nel caso in cui l'oggetto della controversia riguardi i mutui o le fideiussione che accedono, a loro volta, ai contratti bancari.

Infatti, se una banca volesse agire in giudizio per il recupero dei propri crediti, si servirebbe, certamente, dello strumento del decreto ingiuntivo; in caso di opposizione allo stesso decreto la mediazione va delegata dal giudice dopo aver deciso sui provvedimenti relativi alla provvisoria esecuzione.

In merito alI' attivazione della procedura di mediazione, il giudice molisano aderisce alla scuola di pensiero secondo cui, l'onere di esperire il tentativo di conciliazione compete all' l'opponente, in quanto attore formale e, quindi, soggetto all'onere di impulso processuale; di conseguenza, nel caso in cui la parte opponente non ottemperi all'obbligo di attivare la procedura mediativa, il relativo giudizio diventa improcedibile e tale improcedibilità andrà a travolgere il decreto ingiuntivo, costringendo il creditore a ricorrere nuovamente al giudice.

Secondo altri tribunali, invece, l'obbligo di attivare il procedimento di mediazione spetterebbe all'attore sostanziale, ossia al creditore opposto, con l'evidente conseguenza che la sua omissione comporterebbe la revoca del decreto ingiuntivo.



Autore

immagine A3M

Visite, contatti P&D

Nel mese di agosto 2020 Persona & Danno ha registrato oltre 241.000 visite.

Articoli correlati