Articoli, saggi, Generalità, varie -  Cendon Paolo - 2015-03-23

MI SONO ACCORTO, SCRIVE GIOVANNI -- Paolo CENDON

Mi sono accorto di essere entrato nella seconda fase della mia vita. Perchè? Perchè mi sono svegliato e ho realizzato con il cuore, intimamente e definitivamente, questo che ti sto per dire.

Ci hanno ingannato i genitori, gli educatori, i vicini di casa che da bambini ci guardavano come piccole bestiole da educare ad un modello comune, ci hanno ingannato i maestri di violino, che hanno voluto insegnarci quella musica, senza mai chiederci, senza mai fermarsi a pensare se quella fosse davvero la "nostra" musica.

Ci hanno fatto sempre pensare che la lettura e soprattutto la letteratura fossero un metodo, uno strumento per affinare l'intelligenza, ma comunque un metodo (al più un piccolo riparo per qualche licenza emotiva dell'anima).

Poi scopri, nella seconda metà della vita, che la letteratura è la sola vita, perchè ti dischiude il cuore, e non c'è vita senza questa apertura, tutto si riduce ad un simulacro.

La natura, la natura, l 'adorata natura, ci è stata spiegata come un sollievo per le gite domenicali, è stata ridotta ed appiattita ad una pista da sci dove esibire un adeguato tenore di vita. Ed i boschi? I torrenti impervi, i laghetti tersi di acqua cristallina, freddissima anche in estate? Le spiagge in inverno? Le spiagge al tramonto d'estate, dove hai solo la forza di guardare l'orizzonte?

Quella è la vita e non ce l'hanno spiegato.

E così si sono create barriere, barriere, finzioni subdole, sorpattutto perchè (per la maggior parte) prive di un filo spinato. Quelle barriere che ti impediscono di viaggiare, di prendere l'auto di notte solo per andare a vedere il mare (ma sei pazzo, che diranno i vicini, che diranno tutti?). Quelle barriere che ti impediscono di avere un sorriso sempre pronto per ogni sguardo che incroci (no, no, la vita è sofferenza, è abnegazione, soffri, soffri insieme agli altri).

Mi si è svelato questo, e sono felice.

Giovanni



Autore

immagine A3M

Visite, contatti P&D

Nel mese di agosto 2020 Persona & Danno ha registrato oltre 241.000 visite.

Articoli correlati