Legislazione e Giurisprudenza, Generalità, varie -  Giovanni Sollazzo - 2015-03-06

MISURE DI PREVENZIONE: IN TEMA DI ASSOCIAZIONI- T.a.r. Lecce, sez. I, n. 782/15 - Carol COMAND

- Misure di prevenzione applicate dal questore, foglio di via

- il ricorrente deduce la mancata valutazione della pericolosità sociale

- il Tribunale regionale ritiene che l'appartenenza ad una associazione ed una denuncia per aver compiuto alcuni fatti non riconducano, di per se, un soggetto ad una delle categorie individuate, né la necessaria pericolosità.

Richiamata la formulazione degli artt. 1 e 2 della legge del 27 dicembre 1956, n. 1423, applicata nel caso di specie in ragione del tempo in cui si sono svolti i fatti e rimasta invariata rispetto a quella corrispondente del d.lgs 6 settembre 2011, n. 159, il Tribunale adito ritiene che la pericolosità individuata dall'art. 1 della legge nell'appartenenza ad una delle categorie espressamente indicate, nonché l'attualità della pericolosità richiesta dall'art. 2 della medesima legge non siano state, nella motivazione del provvedimento che ha disposto la misura, adeguatamente rilevate.

Considerata, in particolare la mancata individuazione delle condotte pericolose poste in essere da tal gruppo e l'assenza di indicazioni sulla pericolosità attuale del ricorrente - sebbene, deve rilevarsi, si tratti solamente di un primo grado di giudizio - , non si è ritenuta la legittimità di un provvedimento fondato semplicemente su di una comunicazione relativa ad una denuncia per concorso nel reato di arbitraria invasione ed occupazione di siti industriali, oltre all'appartenenza ad una determinata associazione.

Senza entrare nel merito del giudizio l'ipotesi in esame  ricorda, anche se certamente non ne segue le tracce, alcune pronunce quali C-41/74, Van Duyn/Ministero dell'interno, o la più recente E-15/12, Jan Anfinn Wahl vs Icelantic State, nelle quali, come nel provvedimento allegato, il fatto della semplice appartenenza ad una associazione non vietata dalla legge non integra, di per se, la pericolosità per la sicurezza pubblica richiesta per l'adozione di una misura di prevenzione. (c.c.)

Pronuncia tratta dal sito ufficiale della giustizia amministrativa.



Autore

immagine A3M

Visite, contatti P&D

Nel mese di agosto 2020 Persona & Danno ha registrato oltre 241.000 visite.

Articoli correlati