Articoli, saggi, Danni non patrimoniali, disciplina -  Redazione P&D - 2013-11-25

MOBBING E DANNO PSICHICO

Avversità lavorative e mobbing – laddove, invero in pochi casi, si realizza – sono causa di danni, patrimoniali e non patrimoniali. Ci occupiamo qui di una voce specifica di danno non patrimoniale; ossia il danno biologico psichico.

La prima parte tratta del fenomeno mobbing sul piano naturalistico, tenendo conto, come chiave di lettura, della psicopatologia del lavoro.

la seconda parte tratta dell"allegazione e della prova, sia del fattore, sia del danno psichico che si pretende essere conseguenza del fattore lesivo.

Segue la terza parte, concernente gli aspetti medico legali. Ci si sofferma, in tema di inquadramento diagnostico, sull"uso del DSM (il Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali) e sui mal definiti confini tra salute e malattia. Si tratta poi del nesso di causa e della temporaneità o della permanenza del danno psichico.

La quarta parte tratta dei principali effetti del mobbing sulla salute psichica; nonché – invero brevemente – delle più comuni e accreditate prassi valutative dei medesimi.

Seguiranno, da ultimo, considerazioni tecniche sulla natura intercorrente tra le diverse formule descrittive del danno non patrimoniale.



Autore

immagine A3M

Visite, contatti P&D

Nel mese di agosto 2020 Persona & Danno ha registrato oltre 241.000 visite.

Articoli correlati