Legislazione e Giurisprudenza, Separazione, divorzio -  Mazzotta Valeria - 2015-06-26

NEGOZIAZIONE ASSISTITA E DIVORZIO BREVE: NUOVE LINEE GUIDA DA MILANO - Provv. 9/6/2015 - Valeria MAZZOTTA

Negoziazione assistita e divorzio breve

La Procura di Milano presenta le nuove linee guida

La procura della Repubblica di Milano, sempre all"avanguardia, con provvedimento dello scorso 9 giugno ha aggiornato le linee guida relative alle convenzioni di negoziazione assistita, anche con alla l. n.55/2015, che ha introdotto il cd. Divorzio breve.
In sintesi, l"accordo raggiunto in sede di negoziazione assistita, sottoscritto da entrambe le parti e da almeno un avvocato per parte, deve essere trasmesso al Procuratore della Repubblica competente entro 10 giorni dalla data certificata di conclusione. Tale termine è perentorio e valido per ogni negoziazione, con o senza figli. In caso di tardiva presentazione, l"atto è irricevibile e va presentato un nuovo patto.
L"avvocato deve espressamente dare atto di aver tentato di conciliare le parti, di averle informate della possibilità di esperire la mediazione familiare e dell"importanza, se ci sono figli minori, che i medesimi trascorrano tempi adeguati con ciascun genitore. Inoltre, l"avvocato è tenuto a certificare l"autografia delle sottoscrizioni delle parti e la conformità dell"accordo alle norme imperative e all"ordine pubblico.
Unitamente all"accordo di negoziazione assistita, vanno prodotti in carta semplice alcuni documenti: l"accordo di separazione ad esempio dovrà essere corredato dall"estratto dell"atto di matrimonio e dallo stato di famiglia, mentre quello di divorzio richiede l"atto integrale di matrimonio e  la copia autentica del verbale di separazione consensuale con decreto di omologa.
La presentazione dell"accordo è corredata da  una scheda di sintesi da compilarsi a cura dell"avvocato.
Il pubblico ministero provvederà al rilascio del nulla osta o dell"autorizzazione all"accordo entro 3 giorni lavorativi dalla presentazione, «salvo imprevisti».  Il che implica che possa anche esserci un lieve ritardo. Il ritiro della copia autenticata dell"accordo è a cura di uno degli avvocati che hanno sottoscritto l"atto, mentre l"originale rimarrà presso la Procura. Infine, i 10 giorni lavorativi «previsti per la trasmissione dell"accordo all"Ufficiale dello Stato Civile decorreranno dalla data di consegna della copia autenticata dell"accordo stesso».



Autore

immagine A3M

Visite, contatti P&D

Nel mese di agosto 2020 Persona & Danno ha registrato oltre 241.000 visite.

Articoli correlati