Legislazione e Giurisprudenza, Conciliazione -  Cuzzola Paolo Fortunato - 2015-11-27

NEGOZIAZIONE: OMESSA INFORMATIVA DISPONE IL GIUDICE - Ord. 04 Agosto 2015 Trib. Siena di Paolo F. Cuzzola

Il 4 agosto 2015, il Tribunale di Siena è intervenuto in materia di negoziazione con una interessante ordinanza. Si tratta di una pronuncia innovativa perchè tra le prime a trattare la materia dopo l"introduzione del decreto legislativo 132/2014 che ha trovato ingresso nell"ordinamento giuridico italiano con il fine di dettare "misure urgenti di degiurisdizionalizzazione e altri interventi per la definizione dell"arretrato in materia di processo civile". Nella ordinanza in esame, il giudicante invita le parti a provvedere all"informativa al cliente della possibilità di ricorrere alla convenzione di negoziazione assistita nonché a produrre prova documentale di essa e della sua ricezione al primo successivo atto procuratorio o difensivo. La controversia sottoposta all"attenzione del giudice aveva come principale oggetto la mancata informativa sulla possibilità di ricorrere alla negoziazione assistita, di cui all"art. 2, settimo comma del decreto legislativo predetto.  Infatti, come delineato dal legislatore, il nuovo iter procedimentale comincia con l"informativa da parte dell"avvocato al proprio cliente della possibilità di ricorrere alla convenzione di negoziazione assistita. La parte che sceglie di affidarsi alla nuova procedura invia alla controparte, tramite il proprio legale, l"invito a stipulare la convenzione di negoziazione. Nel caso di specie, invece, le parti non danno prova alcuna che sia avvenuta l"informativa richiamata e per tale ragione esse sono ammonite dal giudice circa l"obbligo di informativa imposto dalla legge; nel contempo le parti, in giudizio, potranno produrre prova documentale della stessa informativa.



Autore

immagine A3M

Visite, contatti P&D

Nel mese di agosto 2020 Persona & Danno ha registrato oltre 241.000 visite.

Articoli correlati