Changing Society, Intersezioni -  Pant√® Maria Rosa - 2015-03-07

NEL VENTO – Maria Rosa PANTÉ

A tutti gli anemopatici, a chi sente mal di testa, a chi ha  "mal di vivere" come me e qualcun altro. A chi soffre di meteoropatia primaria (come me) e secondaria (come me)... ma le ho proprio tutte!!!

Al vento che io amo, ma non sempre mi contraccambia, al vento, che purtroppo ha mietuto vittime, due poesie:

Favonio


Le raffiche di vento
sfibrano, sfilano le cime. Il vento...

Nella mutevole forma che io sono
mi corro dietro mi corro dietro e
non mi raggiungo mai.

Tu parli

Tu parli, parli, parli.

Ma non ti fai capire:

mi sento in colpa, mi sento in colpa. Io

sono colpa: perché respiro e mai

mi faccio vento. Vento necessario

di primavera. Tu parli, urli, fischi.

Ma non ti fai capire.

Beata e maledetta io sento il vento

che tutto snebbia, che tutto confonde.

Tu parli parli parli.

Ma non mi fai capire.

Tutto è più vivo: più dolce, più amaro.

Più freddo, più caldo. Inchiodata al vento.

Perchè tu vedi che potrei urlare

piangere e farmi male

senza un motivo se non il tuo soffio.

Giacchè vedo più acuto, più lontano.

Giacché tutto è aumentato.



Autore

immagine A3M

Visite, contatti P&D

Nel mese di agosto 2020 Persona & Danno ha registrato oltre 241.000 visite.

Articoli correlati