Legislazione e Giurisprudenza, Generalità, varie -  Gambuli Giulia - 2013-11-30

NON HA NATURA DI ATTO POLITICO LA CONCESSIONE AEROPORTUALE-TAR Umbria 530/13-Giulia GAMBULI

Si analizza la sentenza n. 530/2013 del TAR dell'Umbria che ha trattato i seguenti istituti giuridici:

sull'ipotesi di cumulo e di conversione obbligatoria del rito speciale in rito ordinario allorché in sede di giudizio avverso il silenzio sopravvenga provvedimento espresso o un atto connesso con l'oggetto della controversia, ai sensi dell'art. 117, comma 5 c.p.a.; sul difetto di legittimazione passiva dell'E.N.A.C.;

sull'attribuzione della competenza in base al rapporto che intercorre fra il criterio della sede e quello dell'efficacia spaziale secondo una logica di complementarietà e di reciproca integrazione ai sensi dell'art. 13 c.p.a.; sulla domanda esperita ex art. 116 c.p.a. contro il silenzio opposto dal M.E.F.;

sulla natura endoprocedimentale, e non di atto politico ex art. 7, co. 1 c.p.a., dei provvedimenti impugnati; sulla necessaria concorrenza del requisito soggettivo e oggettivo ai fini dell'esistenza dell'atto politico;

sulla natura endoprocedimentale della concessione aeroportuale rilasciata in favore di un soggetto privato, non qualificabile come atto politico per insussistenza di libertà nel fine che impedisce il sindacato di legittimità -  data la mancanza di un parametro giuridico di riferimento - venendo rilasciata ad un soggetto privato sulla base di una verifica della sussistenza di un interesse pubblico collegato all'idoneità del soggetto a garantire la sicurezza del trasporto aereo nello scalo di interesse, ai sensi dell'art. 7 D.M. n. 521/1997, dell'art. 704 cod. nav. (novellato dalD.Lgs. n. 96/2005) e dall'art. 3, co. 2, D.Lgs. 96/2005;

sulla fondatezza del ricorso avverso il silenzio per non essere stato portato a conclusione il procedimento amministrativo volto all'affidamento della gestione totale dell'aeroporto di Perugia ai sensi dell'art. 2, L. 241/1990, del D.M. n. 521/1997 e dell'art. 3, co. 2, D.Lgs. n. 96/2005;

sul trattamento con rito ordinario ai sensi dell'art. 117, co. 6 c.p.a. della domanda risarcitoria.



Autore

immagine A3M

Visite, contatti P&D

Nel mese di agosto 2020 Persona & Danno ha registrato oltre 241.000 visite.

Articoli correlati