Legislazione e Giurisprudenza, Generalità, varie -  Foligno Emanuela - 2016-01-25

NUOVE REGOLE SUL CONSUMO DI TABACCO E SULLA PATENTE DI GUIDA-Emanuela FOLIGNO

"NUOVE REGOLE SUL CONSUMO DI TABACCO E SULLA PATENTE DI GUIDA"- Emanuela FOLIGNO

In vigore dal 28 gennaio il Decreto del Ministero dei Trasporti datato 22 dicembre 2015 e pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 13 gennaio 2016 che prevede il diniego di rilascio e/o rinnovo della patente di guida ai soggetti affetti da disturbi del sonno e da patologie neurologiche.

Frutto del recepimento della Direttiva europea  2014/85/UE, il Governo oltre alla identificazione di due patologie potenziali fonti di pericolo per la guida dei veicoli, ha abbreviato drasticamente anche i termini della validità dei titoli abilitativi alla guida.

All"art. 1 è stabilito che: " non potrà essere rilasciato né rinnovato il titolo abilitativo alla guida dei veicoli e dei motocicli ai candidati affetti da disturbi del sonno causati da apnee ostruttive notturne che determinano sonnolenza diurna con conseguente riduzione della capacità d"attenzione". Per quanto concerne i soggetti affetti da patologie neurologiche, si legge che: "La patente di guida non deve essere né rilasciata né rinnovata a candidati o conducenti colpiti da gravi affezioni neurologiche di grado tale da risultare incompatibili con la sicurezza della guida".

I soggetti, quindi, interessati da tali patologie, verranno attentamente valutati dal Medico.

Nei casi incerti l"accertamento della idoneità verrà effettuato dalla Commissione Medica locale dell"ASL (competente territorialmente in base alla residenza dell"interessato) la quale dichiarerà  l"idoneità alla guida solo dopo il parere specialistico di strutture sanitarie pubbliche (Aziende ospedaliere o Istituti universitari).

I soggetti affetti da patologie neurologiche saranno esaminati esclusivamente dalla Commissione Medica locale dell"ASL previa visita specialistica effettuata presso strutture pubbliche.  In presenza di queste patologie le regole sono più severe poiché  si potrà  autorizzare la guida di veicoli solo se la valutazione delle capacità funzionali neurologiche specifiche, derivanti da malattie neurologiche o da postumi invalidanti del sistema nervoso centrale o periferico, depone per l"integrità della capacità d"attenzione del soggetto interessato.

Per quanto concerne la validità della patente, l"aspetto temporale è stato drasticamente ridotto e diversificato per patologia.

Per i soggetti affetti da disturbi del sonno di lieve e moderata entità, la validità del titolo abilitativo alla guida, sia nei casi di rinnovo, sia nei casi di rilascio ex novo, non potrà superare i tre anni.

Per i soggetti affetti da patologie neurologiche, invece, la validità della patente, sia nei casi di rinnovo che di rilascio, non potrà superare i due anni.

Nuove norme anche sul consumo di tabacco e sulle nuove sigarette a rischio ridotto in vigore dal 2 febbraio 2016.

Il 19 gennaio 2016, a recepimento della direttiva europea, è infatti stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il Decreto contenente le nuove norme che regolano il consumo di tabacco, inasprendo i divieti già esistenti, e danno il via alla produzione di sigarette senza fumo e senza combustione.

A far data dall"entrata in vigore del Decreto sarà vietata la vendita di tabacco sfuso per quantità superiori ai trenta grammi, e, oltre alle scritte dissuasive già presenti, sui pacchetti verranno inserite immagini di soggetti affetti da patologie causate dal tabacco.

Sarà inoltre vietato fumare in automobile, in presenza di donne in gravidanza e di bambini anche negli spazi aperti, all"esterno di ospedali e cliniche anche universitarie e all"esterno dei presidi di ginecologia, ostetricia e pediatria sia ospedalieri che universitari.

Sarà obbligatorio etichettare i liquidi di ricarica delle sigarette elettroniche in modo che compaiano ingredienti, scadenza e avvertenze di nocività.

Oltre al giro di vite sui divieti di fumare, le nuove norme regolamentano anche la produzione di una nuova sigaretta contenente tabacco che evapora senza combustione e quindi non produce fumo e cenere. Questo nuovo concepimento di sigaretta sarà prodotto in Italia dalla Philip Morris in uno stabilimento appositamente dedicato che sorgerà a Bologna.



Autore

immagine A3M

Visite, contatti P&D

Nel mese di agosto 2020 Persona & Danno ha registrato oltre 241.000 visite.

Articoli correlati