Legislazione e Giurisprudenza, Procedura penale -  Redazione P&D - 2013-09-23

PATTEGGIAMENTO E DETERMINAZIONE DELLE SPESE DI PARTE CIVILE- Cass. Pen. 38708/13 -

Con la sentenza che si allega, la Corte adita, condividendo l'interpretazione maggioritaria che contempla la possibilità di proporre ricorso avverso la statuizione relativa alle spese sostenute dalla parte civile in ipotesi di applicazione della pena su richiesta delle parti (art. 444 co. 2 c.p.p.), pare affermare l'esistenza di un dovere, da parte del giudice di formulare, su tale capo, adeguata motivazione.

Priva di motivazione in riferimento al rilievo difensivo relativo alla determinazione dei compensi per violazione dei limiti tariffari ed in accoglimento del ricorso, la sentenza impugnata è stata così annullata con rinvio per un nuovo giudizio, innanzi al giudice civile competente.



Autore

immagine A3M

Visite, contatti P&D

Nel mese di agosto 2020 Persona & Danno ha registrato oltre 241.000 visite.

Articoli correlati