Changing Society, Generalità, varie -  Gasparre Annalisa - 2013-12-19

PERSONA E DANNO, UN'ORCHESTRA PIENA DI RITMO - A.G.

Ieri a Pavia ho assistito sognante a un concerto di un pianista e compositore italiano molto famoso ed apprezzato. Sul palco, insieme a lui, una decina di musicisti, quasi tutti poli-strumentisti, quasi tutti sotto i quarant'anni, italiani (di quelli che ancora non sono scappati da questo Paese).

Spettacolo meraviglioso, ricco di effetti di luce, colpi di scena musicali, ritmo, poesia, vibrazioni ed emozioni, elegante e pepato: ho pensato a Personaedanno, a questo gruppo che si riconosce nel suo fondatore Paolo Cendon.

Tante sono le similitudini: tutti i musicisti - eccelsi e mai banali - hanno avuto un ruolo specifico e collettivo, corale. Tutti, con eleganza, scomparivano dietro le luci che si abbassavano per dare luce ad altri, tutti con-correvano per la realizzazione di un bellissimo concerto. Ogni vibrazione, suono, gestualità si armonizzava al tutto, senza perdere la propria autonomia, bellezza, eccentricità.

Eh niente, ho pensato a Personaedanno perché anche se non mi posso paragonare al Primo Violino, nel Maestro ho riconosciuto senza ombra di dubbio quel professore di Trieste che ci accoglie in casa sua, crea sinergie e stimoli e ci richiama all'operato creativo quando abbassiamo i toni del confronto.

Non so se l'ho mai detto, ma grazie e... buone feste a tutti!



Autore

immagine A3M

Visite, contatti P&D

Nel mese di agosto 2020 Persona & Danno ha registrato oltre 241.000 visite.

Articoli correlati