Changing Society, Generalità, varie -  Peron Sabrina - 2015-09-18

PERSONA – UNA ANTROPOLOGIA FILOSOFICA NELLETA DELLA GLOBALIZZAZIONE – Sabrina PERON

Emilio Renzi, Persona – Una Antropologia filosofica nell"età della globalizzazione, 2015, ATi Editore, p. 138, € 15

"La libertà si fonda sulla irriducibilità ad ogni istanza, persino a ogni più o meno fondato, "valore" (storia, biologismo della razza eletta, progettualità ideologica, normatività dell"Assoluto) che non sia la persona stessa".

Sommario: Capitolo I.- Persona nella storia; Capitolo II.- Genealogia della persona; Capitolo III.- Personalismo fenomenologico; Appendice Le quattro stagioni di Paci; Capitolo IV.- Persona e comunitarismi; Capitolo V.- Persona e socialismo comunitario; Capitolo VI.- Persona e cosmopolitismo

Persona, cosa intendiamo con questo termine? Anzitutto il soggetto, ossia l"io nella pienezza del proprio vissuto (coscienziale, inconscio e biologico). Poi relazione: relazione con il me stesso e con l"altro. Infine oggetto di ricerca (ad esempio nelle neuroscienze).

In altre parole il termine persona contiene in sé anima, soggetto, corpo, conoscenza, etica ed anche diritto, dato che nel diritto non ci sono che le personae, le res e le actiones. Del resto è strettissima la relazione persona / diritti umani (questi ultimi innalzati a legge universale, declinati in leggi sovranazionali, implementati in leggi, statuti, regolamenti locali), a partire dalla fine della seconda Guerra mondiale e in connessione con la fine dei totalitarismi di destra a le rivendicazioni di libertà, autonomia e centralità della persona. Ovviamente i diritti vanno attuati e questo comporta fatica, contraddizioni e paradossi: ma i diritti della persona richiedono che la "collettività" si occupi responsabilmente e concretamente della persona della sua libertà e, non ultimo, della sua dignità (valore primario che implica rispetto e riconoscimento).

Questo è lo studio che affronta Emilio Renzi (allievo di Enzo Paci e docente di Semiotica alla Scuola di Design del Politecnico di Milano), nel suo ultimo recente saggio interamente dedicato alla persona ed alla sua totale irriducibilità ad ogni istanza, ivi compreso ogni - più o meno fondato - "valore" (storia, biologismo della razza eletta, progettualità ideologica, normatività dell"Assoluto) che non sia la persona stessa. Perché l"uomo non è un"idea ma è una persona e persona è il soggetto in carne e ossa, unità vivente di pensiero, esperienze, attività, relazioni.

In questa ricerca della persona, Renzi muove dalla sua genealogia etimologica: per/sonum ossia la maschera indossata dagli attori per dar pienezza alla voce e inequivocità all"espressione, quindi completezza al personaggio in contrasto con gli altri attori. Ne ripercorre gli studi a partire da Cicerone, Agostino, passando per Renouvier, Maritain, sino alla scuola fenomenologica che studia la persona nelle sue relazione col mondo circostante. Senza dimenticare la scuola italiana (Bobbio, Calamandrei, Banfi, Paci) che trova il punto di equilibrio tra società e persona nella partecipazione democratica e mette in guardia contro il pericolo di assorbimento totale della persona nello Stato (carattere tipico del totalitarismo).

Proprio nell"idea – tipica di Paci - che la persona sia un centro di relazioni col il mondo, Renzi traccia il percorso persona / comunità (che esalta la soggettività responsabile della persona), interrogandosi sulle forme di comunità moderne a partire dal comunitarismo italiano di Olivetti (la c.d. comunità concreta di Olivetti), il comunitarismo americano, sino alla moderna comunità in rete (con tutti i pro e i contro che la rete comporta).



Autore

immagine A3M

Visite, contatti P&D

Nel mese di agosto 2020 Persona & Danno ha registrato oltre 241.000 visite.

Articoli correlati