Changing Society, Generalità, varie -  Redazione P&D - 2017-05-22

Piano di Georges Bacovia - Maria Beatrice Maranò

L'almanacco di oggi oltre a ricordarci la scomparsa di Don Lisander nel 1873 e del quale avremmo potuto menzionare, in una rubrica di poesie, "il Coro di Ernengarda", nell' "Adelchi", ci racconta della scomparsa di George Bacovia avvenuta a Bucarest il 22 maggio 1957.
George Andone Vasiliu fu un avvocato mancato. Influenzato dai simbolisti francesi, ed in particolare dai "poeti maledetti": Poe, Baudelaire e Verlaine  i suoi versi brevi e frammentati fatti di sospensioni e stacchi, descrivono paesaggi crepuscolari di desolazione di malinconie di solitudini e angosce con tavole cromatiche che spaziano dal nero al grigio e con rari sprazzi di colore. Non filtra nè luce nè calore: la realtà descritta è opprimente.

La sua propensione elegiaca si nota anche nella preferenza per il "piombo", che è d"altronde anche il titolo del suo primo volume di poesie diventato una specie di simbolo del poeta. Scrive di lui Vasile Spiridon: "Il saturniano Bacovia ha rifiutato l"oro delle medaglie e l"argento, scegliendo il piombo, che è il padre dell"oro e dell"argento nel processo alchimico. Facendo ardere il piombo risulta un precipitato giallo, e il giallo sarebbe un passo verso l"oro. Gaston Bachelard si meravigliava che i poeti europei non fossero stati attirati dell"elemento chimico piombo. Ma sicuramente, non sapeva niente di Bacovia.". Da noi è poco conosciuto e solo alcune tra le poesie di Bacovia sono tradotte e diffuse.

La poesia scelta è dalla raccolta " Piombo"


Solo, solo, solo,

In una locanda, lontano -

Dorme anche l"oste,

Deserte le strade,

Solo, solo, solo...

Piove, piove, piove,

Tempo da sbronze -

E per ascoltare il deserto,

Che malinconia!

Piove, piove, piove...

Nessuno, nessuno, nessuno,

Tanto meglio -

E da tanto tempo

Non sa di me

Nessuno, nessuno, nessuno...

Brivido, brivido, brivido...

Ogni ironia

Rimarrà a voi -

È notte fonda,

Brivido, brivido, brivido...

Eterno, eterno, eterno,

Gli inganni da ora

Non mi chiameranno più -

Sui sogni la brina,

Eterno, eterno, eterno...

Solo, solo, solo,

Tempo da sbronze -

Senti ancora come piove,

Che malinconia!

Solo, solo, solo...(Georges Bacovia)...Piano



Autore

immagine A3M

Visite, contatti P&D

Nel mese di agosto 2020 Persona & Danno ha registrato oltre 241.000 visite.

Articoli correlati