Articoli, saggi, Processo di esecuzione -  Anceschi Alessio - 2014-11-22

PIGNORAMENTI: PROCEDURE IN AUMENTO IN TUTTA ITALIA. A MODENA L'INCREMENTO PIU' ALTO - Alessio ANCESCHI

Secondo i dati ADUSBEF e FEDERCONSUMATORI il numero dei pignoramenti è in sensibile crewcita in tutta Italia a dimostrazione dell'aumento dell'insolvenza dei privati e delle aziende, conseguenza sia della crisi che della mala giustizia del nostro Paese.

Nel monitoraggio di 35 Tribunali di tutta la penisola, solo 3 Tribunali hanno registrato una diminuzione del numero di procedimenti rispetto all'anno precedente (Avezzano, Bergamo e Taranto) mentre in tutti gli altri si sono registrati aumenti.

Al primo posto per l'aumento percentuale del numero di procedimenti esecutivi vi è il Tribunale di Modena che nell'ultimo anno ha registrato un aumento del carico del + 34,9 % arrivando a c.a. 5.500 procedimenti esecutivi (erano c.a. 4.500 nello stesso periodo del 2013).

In rapporto all'aumento delle procedure esecutive iscritte a ruolo, seguono Sondrio ( + 33,3 %), Sulmona ( + 23,9 %), Frosinone ( + 22,1 %), Pesaro (+ 20,4 %), Catania ( + 18,7 %), Monza ( + 15,2 %) ed altre, a dimostrazione che il fenomeno investe tutto il Paese da nord a sud.

Le grandi città, come Bologna, Torino, Milano, Roma e Napoli vedono incrementi più contenuti (tra il 10 % ed il 13 %) ma ugualmente rilevanti in rapporto al maggior numero dei procedimenti iscritti.

Il fenomeno dell'aumento dei pignoramenti rimane un dato in crescita negli ultimi anni. Negli ultimi 10 anni il numero dei pignoramenti è costantemente cresciuto incrementando complessivamente oltre il 160 % (il boom dell'incremento vi è stato nel 2010 con un aumento del 31,8 % dei procedimenti esecutivi).

Il dato nazionale può essere letto sotto diverse luci interpretative. Esso è sicuramente il sintomo di una maggior insolventa sia dei privati che delle aziende e conseguentemente riflette i dati economici relativi al sensibile impoverimento del nostro Paese.

Ciò nonostante, se si considera che l'aumento del numero delle cause di cognizione risulta molto più contenuto, il dato statistico riflette anche l'inadeguatezza degli strumenti di protezione giuridica offerti dal nostro attuale ordinamento. In altri Paesi europei, infatti, le procedure esecutive sono molto minori in quanto le sanzioni relative all'inadempimento dei titoli legali sono molto più rapide ed efficaci.



Autore

immagine A3M

Visite, contatti P&D

Nel mese di agosto 2020 Persona & Danno ha registrato oltre 241.000 visite.

Articoli correlati