Changing Society, Intersezioni -  Pant√® Maria Rosa - 2014-12-14

POESIE DAI PIEDI - Maria Rosa PANTÉ

Di tanto in tanto quando cammino

la poesia mi sale dai piedi

I

L'istante instabile quando mi avvedo

di bastare a me stessa.

Sono un essere compiuto e perfetto

in sé, come una foglia, come un gatto.

La meraviglia è stare bene in me.

II

Del fiume l'insensato blu. Le nuvole

esatte scese sulle creste frante.

Il mio passo in accordo

perfetto con la musica e la luce

meridiana. Non sentire più

la ferita della tua assenza. Adesso

che non esistono più l'io e il tu.

La mia anima nell'attimo felice

è quell'impasto informe che non vuole,

non vuole, non vuole essere plasmato.

III

Se fossi nata in pianura, là dove

ogni confine tocca l'orizzonte

e non vede il profilo benedetto

delle montagne, mi chiedo che donna

sarei stata. Con la pelle bruciata

dal sole, forse, con occhi diversi

anche diverso il passo nell'andare.

Chissà quanto lontana.



Autore

immagine A3M

Visite, contatti P&D

Nel mese di agosto 2020 Persona & Danno ha registrato oltre 241.000 visite.

Articoli correlati