Legislazione e Giurisprudenza, Reato -  Gasparre Annalisa - 2014-09-18

POSIZIONE DI GARANZIA PER IL PROPRIETARIO DI ANIMALE - Trib. Busto Arsizio, GIP, 452/2014 - Annalisa GASPARRE

Hanno patteggiato davanti al GIP del Tribunale di Busto Arsizio gli imputati per maltrattamento di animali che, nella loro qualità di proprietari degli stessi e, dunque, di soggetti che vantano nei confronti degli animali una posizione di garanzia, detenevano numerosi animali in condizioni incompatibili con la loro natura e produttive di gravi sofferenze.

Per la prima volta, a quanto consta, un capo di imputazione è così esplicito nell'indicare che il proprietario di un animale riveste, nei confronti dello stesso, una posizione di garanzia, sebbene il principio sia stato applicato in molti procedimenti, perchè implicito a qualsiasi ascrizione di responsabilità per attività di tipo omissivo o colposo.

In particolare, si trattava di 10 cani, 20 tra galli e galline, 9 suini, 1 chiocchia, 9 pulcini, 2 pernice rossa, tutti sequestrati e confiscati.

Il GIP Nicoletta Guerrero ha accolto la richiesta di applicazione pena considerando che al momento del squestro preventivo degli animali gli stessi si trovavano in parte legati e in parte all'addiaccio e tutti in un ambiente pieno di rifiuti speciali e pericolosi e carcasse di altri animali.

La condotta criminosa può consistere, come nel caso in esame, in un mero non facere, inteso come non preoccuparsi del benessere dell'animale e a nulla rileva la mancanza di lesioni fisiche.

La notizia del sequestro http://www3.varesenews.it/varese/degrado-e-sporcizia-animali-alla-catena-tra-carcasse-e-liquami-281981.html



Autore

immagine A3M

Visite, contatti P&D

Nel mese di agosto 2020 Persona & Danno ha registrato oltre 241.000 visite.

Articoli correlati