Legislazione e Giurisprudenza, Reo, vittima -  Gasparre Annalisa - 2015-11-05

QUERELA: CHI PAGA LE SPESE DEL QUERELATO ASSOLTO? - Cass. civ. 20313/15

- rifusione spese sostenute dal querelato assolto

- giudice competente è il tribunale penale


Un soggetto era stato querelato ma il procedimento penale si era concluso per l'assoluzione.

Dopo tale esito, l'originario accusato citava in giudizio la querelante chiedendo il risarcimento del danno prodotto dalla querela e del conseguente processo penale nonchè le spese sostenute per la difesa dinanzi al giudice penale.

Il Tribunale di Ascoli Piceno accoglieva la domanda.

L'originaria querelante condannata dal giudice civile però ricorre in Cassazione lamentando che non è il Tribunale civile l'organo competente a condannare il querelante alla rifusione delle spese sostenute in un processo penale nel quale sia poi assolto.

La Cassazione ha affermato che la condanna del querelante alla rifusione delle spese sostenute dal querelato deve essere chiesta davanti al giudice del procedimento penale che è obbligato a provvedervi solo quando ne sia stata fatta domanda. In difetto, non potrà essere chiesta al giudice civile in separato giudizio.

Merita precisarsi che l'onere economico costituito dalle spese per la difesa non costituisce un danno in senso tecnico giuridico (art. 2043 c.c.). Le spese processuali sono sottoposte ad una disciplina particolare e la competenza funzionale a statuire sulle stesse spetta al giudice davanti al quale si è celebrato il procedimento che, nel caso in esame, è quello penale. Tale principio - ricorda la Corte è pacifico ed è applicato sia in tema di spese processuali che in tema di risarcimento del danno per responsabilità aggravata (art. 96 c.p.c.).

Si è altresì precisato come non sia sufficiente qualificare una domanda di rifusione delle spese giudiziali come "risarcimento del danno" per sottrarla alla disciplina propria e al corredo di competenza funzionale del giudice del processo nel quale le spese furono sostenute.

Decidendo nel merito, in conclusione, la Corte rigetta la domanda di rifusione delle spese processuali penali proposta dal querelato nei confronti della querelante in separato giudizio civile, perchè rivolta a giudice incompetente.

​Per approfondimenti, volendo, Gasparre, La vittima nel processo, Aracne Editrice.​



Autore

immagine A3M

Visite, contatti P&D

Nel mese di agosto 2020 Persona & Danno ha registrato oltre 241.000 visite.

Articoli correlati