Varie, Impresa, società, fallimento -  Redazione P&D - 2015-08-18

RIFORMA 2015 LEGGE FALLIMENTARE: APPUNTI - Luciano VAROTTI

-          Offerte concorrenti art. 163 bis

-          Contratti pendenti art. 169 bis

-          Atti a titolo gratuito art. 64

L"art. 163 bis non prevede in buona sostanza una vendita forzata dei beni, che – com"è noto – ricorre qualora (i) sia fatta dall"autorità giudiziaria o sotto il suo controllo, (ii) contro o anche solo indipendentemente dalla volontà del debitore, (iii) nell"interesse di tutti i creditori e (iii) il ricavato sia distribuito sotto la sorveglianza dell"autorità giudiziaria col rispetto delle cause legittime di prelazione.

La norma intende impedire la presentazione di offerte intangibili e preconfezionate dal debitore senza tenere in adeguato conto l"interesse del ceto creditorio alla massimizzazione dei risultati della liquidazione e, anzi, in qualche caso con intenti fraudatori.

(a) a seguito della vendita (effettuata prima o dopo l"omologazione) con atto notarile, dovranno essere cancellate le formalità gravanti sui beni trasferiti; evento che potrà avvenire, in applicazione dell"articolo 108, mediante decreto del tribunale o del giudice delegato e dopo l"incasso del prezzo (o, nel caso di pagamento rateale con garanzia, anche in un momento anteriore);

(b) la vendita (l"udienza e gli atti che la precedono o la seguono) potranno essere delegate al professionista ai sensi dell"articolo 591 bis del codice di procedura civile;

(c) se è alienata un"azienda, salvo quanto si dirà appresso per i crediti da lavoro subordinato, è esclusa la responsabilità dell"acquirente per i debiti sorti prima del trasferimento, a meno che il contratto non contenga accordi diversi (articolo 105, quarto comma)…



Autore

immagine A3M

Visite, contatti P&D

Nel mese di agosto 2020 Persona & Danno ha registrato oltre 241.000 visite.

Articoli correlati