Legislazione e Giurisprudenza, Beni, diritti reali -  Mazzon Riccardo - 2017-03-31

Scale ed ascensori in condominio: le innovazioni apportate dalla legge n. 220 dell'11 dicembre 2012 - Riccardo Mazzon

Il legislatore ha lasciato inalterato i criteri di ripartizione dei costi di gestione previsti dal codice civile, omettendo qualsiasi sostanziale intervento riformatore, o anche solo di correzione/integrazione. Infatti, di tutti gli articoli interessati, solo l'art. 1124 del codice civile viene fatto oggetto dell'intervento di riforma, in pratica confermativo delle conclusioni di pacifica giurisprudenza; in particolare, risulta inserito in tale ultima norma il richiamo all'impianto di ascensore le cui spese seguono la disciplina di quelle per le scale, e viene previsto anche il caso della "sostituzione" di tale impianto.

Quanto alle responsabilità inerenti scale ed ascensori, le novità introdotte dalla legge n. 220 dell'11 dicembre 2012 (con modifica che entrerà in vigore dopo sei mesi dalla data di pubblicazione della medesima sulla Gazzetta Ufficiale n. 293 del 17 dicembre 2012), attraverso l'articolo 8, riguardano alcune modifiche all'articolo 1124 del codice civile e precisamente: a) il primo comma è sostituito dal seguente: «Le scale e gli ascensori sono mantenuti e sostituiti dai proprietari delle unità immobiliari a cui servono. La spesa relativa è ripartita tra essi, per metà in ragione del valore delle singole unità immobiliari e per l'altra metà esclusivamente in misura proporzionale all'altezza di ciascun piano dal suolo»; b) la rubrica è sostituita dalla seguente: «Manutenzione e sostituzione delle scale e degli ascensori».

In buona sostanza, il legislatore ha lasciato inalterato i criteri di ripartizione dei costi di gestione previsti dal codice civile, omettendo qualsiasi sostanziale intervento riformatore, o anche solo di correzione/integrazione. Infatti, di tutti gli articoli interessati, solo l'art. 1124 del codice civile viene fatto oggetto dell'intervento di riforma, in pratica confermativo delle conclusioni di pacifica giurisprudenza (cfr., amplius, il capitolo nono del volume "La responsabilità nel condominio dopo la riforma", Riccardo Mazzon, 2013).



Autore

immagine A3M

Visite, contatti P&D

Nel mese di agosto 2020 Persona & Danno ha registrato oltre 241.000 visite.

Articoli correlati