Legislazione e Giurisprudenza, Reato -  Redazione P&D - 2014-09-27

SENTENZA THYSSENKRUPP FRA DOLO EVENTUALE E COLPA COSCIENTE - Cass. S.U., 38343/2014 - Luca CARBONI

Le Sezioni Unite della Cassazione hanno depositato il 18 settembre 2014 la sentenza del 24 aprile 2014, n. 38343, Pres. Santacroce, Rel. Blaiotta, ric. Espenhahn e a., relativa alla nota e dolorosa vicenda della ThyssenKrupp.

Si tratta di un provvedimento molto atteso dalla dottrina, in quanto esso avrebbe dovuto delineare - posto il contrasto sul punto fra il giudizio di prime cure e quello di appello - la differenza dommatica fra dolo eventuale e colpa cosciente: un tema classico del diritto penale, ma, al contempo e nel tempo, oggetto di plurime interpretazioni da parte della dottrina e della giurisprudenza.

La sentenza è di una notevolissima estensione: ben 214 pagine!

Ne diamo qui un rissunto schematico in un saggio del dott. Luca Carboni, magistrato e dottorando di ricerca in Scienze Penalistiche nell'Università di Trieste.



Autore

immagine A3M

Visite, contatti P&D

Nel mese di agosto 2020 Persona & Danno ha registrato oltre 241.000 visite.

Articoli correlati