Legislazione e Giurisprudenza, Orientamento sessuale -  Bernicchi Francesco Maria - 2014-04-10

SI ALLA TRASCRIZIONE IN ITALIA DEL MATRIMONIO GAY CELEBRATO ALL'ESTERO - Trib. Grosseto 113/14 - F.M BERNICCHI

Dopo anni di lotte, vane speranze e mancati riconoscimenti sia legislativi che pretori, la sentenza del Tribunale di Grosseto, che si allega in testo originale - grazie a www.iltirreno.it - riconosce la validità di una matrimonio omosessuale, celebrato all'estero, anche in Italia.

Il giudice toscano sancisce che il matrimonio gay non è inesistente nel nostro ordinamento (Cass. 4184/12) non è contrario all'ordine pubblico e, soprattutto, non esiste normativa vigente in Italia che ponga come condizione ostativa al matrimonio lo stesso sesso dei nubendi.

Per questi ed altri motivi, quindi, il Giudice del Tribunale ordina all'Ufficiale di Stato Civile del Comune di Grosseto di trascrivere il matrimonio omossessuale celebrato nello stato di New York nel Giugno 2012 da due cittadini italiani.



Autore

immagine A3M

Visite, contatti P&D

Nel mese di agosto 2020 Persona & Danno ha registrato oltre 241.000 visite.

Articoli correlati