Fragilità, Storie, Diritti, Malati fisici, psichici -  Cendon Paolo - 2016-09-08

Soggetti fragili: la Sahaja Yoga è una meditazione o una Setta? – Paolo Cendon

Quella che vi sto per raccontare è una storia triste. La storia di un amico fragile che da sempre combatte con un disagio mentale. Il nome con cui gli psichiatri la definiscono è sindrome bipolare.

Arturo ha 50 anni. Da 20 anni la sua testa ogni tanto gli gioca dei brutti scherzi. A volte la sua mente si accende, si euforizza e nella sua testa compaiono visioni, idee, pensieri che si ammalano e lo portano a pensare al divino, ad immaginare di vedere dio o di essere lui stesso dio. Poi per molto tempo, anche anni Arturo conduce un esistenza normale, fatta di lavoro, una fidanzata, amici, il cinema, la pizza. Qualche volta nella stagione della primavera queste tensioni tornano a farsi sentire ma Arturo sa come difendersi, ha imparato che il suo demone si può controllare. Prende dei farmaci, va dal suo psichiatra e un po" alla volta gli incubi rientrano. Non è un"esistenza da 10 e lode, la depressione è spesso là in agguato che lo aspetta, gli fa l"occhiolino, vuole farlo ricadere. Ma lui combatte. Così per 12 anni. Una vita normale.

Un giorno Arturo si imbatte in un centro di meditazione, una nuova Yoga – la Sahaja - che promette di farti stare bene, "per la realizzazione del se"". Nuovi amici, si canta insieme, si ascoltano dei nastri, la fondatrice Mataj che è un tramite di Dio promette la salvezza spirituale. Si medita molto, si comincia alle 4 del mattino, per dissipare i dubbi viene detto di andare "in consapevolezza senza pensiero" di sollevarsi sopra i propri pensieri, la devozione alla madre Mataji deve essere assoluta, incondizionata. Non ti danno subito tutte le informazioni, un po" alla volta ti suggeriscono come vestire, cosa mangiare, le persone da frequentare. E anche quelle da allontanare, i nemici sono tutti quelli che non la pensano come te.

Arturo si procura l"ayathuasca, un potente allucinogeno che viene utilizzato nei riti sciamanici. La bevanda contiene la DMT ossia dimetiltriptamina tra gli stupefacenti più pericolosi al mondo. E" illegale negli Stati uniti, in Francia, Inghilterra, Canada e in Italia purtroppo è legale.  Lo assume per 8/10 volte nel corso di un paio di mesi. Le visioni ci sono, Arturo prega e medita ogni giorno, si allontana un po" alla volta dagli amici, smette di comunicare con gli altri, si estranea. Decide poi di partire per un corso di meditazione Sahaja in Portogallo. Dopo 8 giorni di meditazione nel centro Arturo ha una folgorazione, Dio è potente, lui è Dio, Dio sta arrivando a salvarci. Oggi Arturo è ricoverato in una clinica psichiatrica a Lisbona. I medici hanno preferito togliergli anche il dentifricio. Lo stanno curando ma non sarà facile per lui rientrare nella normalità.



Autore

immagine A3M

Visite, contatti P&D

Nel mese di agosto 2020 Persona & Danno ha registrato oltre 241.000 visite.

Articoli correlati