Changing Society, Generalità, varie -  Redazione P&D - 2017-05-12

Sonno Nuziale di Dante Gabriel Rossetti - Maria Beatrice Maranò

L"almanacco di oggi ci ricorda la nascita di Gabriel Charles Dante Rossetti, avvenuta a Londra, 12 maggio 1828 pittore e poeta, tra i fondatori del movimento artistico dei Preraffaelliti.

Di lui hanno detto "Un uomo del Sud, sensuale, indolente, riccamente versatile, esiliato nella vita costretta, affannosa, limitativa, di una città del Nord; un mistico senza credo, un cattolico senza la disciplina e la consolazione della Chiesa, una vita fra rocce e alti sentieri e, come il sottobosco di una collina meridionale, scura aromatica impenetrabile" Lettore appassionato sin dalla giovinezza di Dante e dei poeti del Dolce Stil Novo, di Shakespeare come di Goethe, di Poe, di Blake, dei romantici inglesi e tedeschi, Rossetti, si dedicò alla letteratura sin dalla tenera età, in particolare alla poesia. Tuttavia, il suo interesse nel medioevo italiano lo spinse ben presto anche verso l'arte e la pittura. La sua vita subì una svolta terribile con il decesso della moglie, che era stata in precedenza sua modella, morta suicida per una overdose di laudano dopo aver dato alla luce un figlio morto. Rossetti seppellì un plico con le sue opere poetiche incompiute insieme al suo corpo e cadde in depressione: in questo periodo, avvertendo affinità con la propria vicenda, si dedicò soprattutto alle opere dantesche e al tema della morte di Beatrice. Risalgono a questo periodo opere come Beata Beatrix, pietra miliare del simbolismo. Successivamente riesumò il plico di poesie dalla tomba della moglie, e le  pubblicò poi nel 1871. I versi, carichi di erotismo e sensualità, offesero l'opinione pubblica; in particolare uno dei poemi, "Sonno Nuziale", che descriveva il sonno di una coppia dopo un rapporto sessuale, venne stigmatizzato negativamente da parte del cosiddetto "buon gusto" puritano britannico. A queste critiche fece seguito l'opera "The House of Life", sua maggiore opera poetica: una serie di poemi che analizzavano lo sviluppo fisico e psicologico di una relazione amorosa. Terminò la propria vita, in solitudine ed  in uno stato di indolenza probabilmente a causa delle droghe di cui faceva uso. Abbiamo scelto proprio " Sonno Nuziale"

E il loro lungo bacio si separò, con dolce bruciore;

e, come ultime, lente gocce stillano a un tratto,

finita la tempesta, da scintillanti grondaie,

così, divisi, si placò il battito dell'uno e l'altro cuore.

I loro petti si scinsero, come il primo aprirsi

di fiori intrecciati che sbocciano ai due lati

d'un solo stelo; ma ancora le bocche, rosso fuoco,

si suggevano intime, nel separarsi supine.

Il sonno li sprofondò oltre la marea dei sogni

e i loro sogni li videro sprofondare — e vanirono.

Lente, le anime poi riaffiorarono su, tra bagliori

di liquida luce e oscuri naufraghi relitti del giorno;

finché, da chissà qual prodigio di freschi boschi e ruscelli

lui si destò e — stupore! — lei gli giaceva accanto.( Dante Gabriel Rossetti)…Sonno Nuziale



Autore

immagine A3M

Visite, contatti P&D

Nel mese di agosto 2020 Persona & Danno ha registrato oltre 241.000 visite.

Articoli correlati